Porsche Carrera 911: a Francoforte si rinnova il mito

0
142

Porsche Carrera 911: a Francoforte si rinnova il mito

Dopo 48 anni dal primo lancio, la Porsche Carrera 911 si rinnova, seguendo il filone che ne ha fatto un’icona dell’automobilismo sportivo. Al prossimo salone di Francoforte, la Carrera 911 si presenta con una linea completamente rinnovata, pur mantenendo gli stilemi fondamentali che ne hanno decretato il successo mondiale.

 

Il passo allungato di 100 millimetri e la riduzione dell’altezza combinati a cerchi fino a 20 pollici, esaltano la figura sportiva della nuova 911 pur mantenendo le dimensioni esterne compatte tipiche di una vettura sportiva. La visione frontale della nuova 911 è caratterizzata da un particolare design che mette in risalto immediatamente il fatto che la carreggiata anteriore è più ampia, così da rendere i nuovi modelli della Carrera sempre più solidamente ancorati alla strada. Gli specchietti retrovisori esterni sono di nuovo disegno ed alloggiati sul bordo superiore della porta e non, come in precedenza, all’altezza del finestrino. Questo favorisce non solo il profilo aerodinamico, ma sottolinea anche il nuovo design e l’impressione visiva di una dimensione maggiore.
La carrozzeria alleggerita, completamente nuova, è una combinazione tra alluminio e acciaio che ha permesso già di per sé una rilevante riduzione di peso fino a 45 kg. L’ottimizzazione aerodinamica, che include un ampio spoiler posteriore ad estensione variabile, consente inoltre sia di ridurre la portanza della nuova 911 sia di mantenere un ottimo coefficiente aerodinamico. Anche gli interni sono stati ammodernati, con una console centrale maggiormente rivolta verso il guidatore, con la torretta del cambio più elevata e vicina allo sterzo. Il quadro strumenti con cinque indicatori con il grande contagiri centrale integra ora uno schermo multifunzione ad alta risoluzione.
Affinati nei dettagli i motori al fine di offrire più potenza e minori consumi. La nuova Carrera 911 e la Carrera S aumentano le loro performance e la loro efficienza. Tutte le versioni percorrono 100 Km con molto meno di 10 litri di benzina. I consumi di benzina e le emissioni sono fino al 16% più basse in confronto alle versioni precedenti. A contribuire al raggiungimento di questi risultati, c’è l’auto start/stop, la gestione termica del motore, la gestione intelligente del carico dell’alternatore, la trasmissione manuale a sette velocità (prima al mondo) e la possibilità di veleggiare nel caso la vettura sia dotata del cambio automatico sequenziale a doppia frizione (PDK). Inoltre, il nuovo sistema di servosterzo elettro-meccanico offre al guidatore non solo la tipica precisione e sensibilità Porsche, ma anche aiuta ad incrementare l’efficienza di 911 e a ridurre i consumi di benzina.La Carrera 911 con il nuovo motore boxer di 3.4 litri e 350 Cv equipaggiata con il cambio opzionale PDK consuma 8,2 litri per 100 Km, 1,6 l/100 Km in meno del modello precedente. Con i valori di 194 g/Km CO2, è la prima Porsche sportiva a scendere al di sotto dei 200 g/Km. Carrera S, con il suo motore boxer da 3.8 litri ora potenziato fino alla soglia di 400 Cv, denuncia consumi di benzina, accoppiato al cambio PDK opzionale, ridotti del 14% (o 1,5 l/100 Km) fino raggiungere il valore di 8,7 l/100 km, nonostante un aumento di potenza di 15 CV ed un’emissione di CO2 di 205 g/km.Quanto alle prestazioni, si trovano incrementi di performance in entrambi i modelli. La Carrera S con il cambio PDK riesce ad accelerare da 0 a 100 Km/h in 4,3 secondi. Premendo il pulsante Sport Plus, disponibile con il pacchetto opzionale Sport Chrono, il tempo si riduce a 4,1 secondi. La Carrera con il PDK, invece, impiega solo 4.6 secondi (Sport Plus 4,4 secondi) per scattare da ferma a 100 Km/h.
I nuovi modelli di Porsche Carrera 911 saranno disponibili in vendita a cura della filiale italiana Porsche di Padova a partire dal 3 dicembre prossimo, con prezzi che dovrebbero attestarsi attorno agli 88.000 euro per la 911 Carrera e circa 102.000 euro la Carrera 911 S.