Anteprime dal salone di Francoforte

0
122
Volkswagen up!Come al solito, il salone di Francoforte si presenta come un’importantissima vetrina delle novità automobilistiche che arriveranno sul mercato nei prossimi mesi, oltre che un’occasione per le case per testare sul pubblico prototipi di stile per valutare il responso. Ecco di seguito alcune novità.

Land Rover

Anche per la mitica Land Rover si annuncia il pensionamento, sostituita dalla DC100, ancora allo stato di prototipo, ma che anticipa le linee stilistiche fondamentali del nuovo modello di Land Rover Defender che sarà lanciato nel 2015. Un veicolo che mantiene inalterate la capacità di muoversi su tutti i terreni, assicurando un notevole grado di affidabilità, questa volta non trascurando lo stile e il comfort di chi è a bordo.

 

Ford Evos

La frontiera del design della casa americana è costituito da Evos, al cui interno sono installate soluzioni tecnologiche che troveranno applicazione sulla futura gamma di prodotti Ford. Evos coniuga tra fattori fondamentali: uno stile convincente e coinvolgente, tecnologie intelligenti e un’elevata efficienza nei consumi.
Un prototipo che vuole offrire al guidatore e ai passeggeri un’appagante esperienza di guida e di viaggio, i quali possono contare pure su interni anallergici certificati, con il sedile di guida in grado di tenere sotto controllo il battito cardiaco ed altri parametri fisici del guidatore che vengono interfacciati con il sistema di controllo di bordo per garantire una maggiore sicurezza.Anche nella meccanica, Ford Evos propone una trasmissione ibrida con batterie agli ioni di litio, con il motore elettrico e quello termico capaci di lavorare contemporaneamente o alternativamente a seconda che si voglia privilegiare le prestazioni o l’impatto ambientale.

Volkswagen lancia la nuova piccola up!

In solo 3,54 metri di lunghezza, Volkswagen presenta la nuova up!, una automobile da città molto grintosa e di carattere, in grado di offrire un’eccellente abitabilità interna unitamente a dimensioni esterne molto contenute, con bassi consumi di carburante. La up! È una vettura completamente nuova basata su una nuova piattaforma e con una nuova famiglia di motori a tre cilindri di un litro di cilindrata, offerta inizialmente solo con alimentazione a benzina, mentre in un prossimo futuro sarà anche a gas ed elettrica. Interessante la tecnologia adottata, tra cui la funzione automatica di frenata d’emergenza che fa il suo esordio in questo segmento. Nonostante gli ingombri esterni ridotti, notevole è la capacità di carico, con ben 251 litri di capienza del bagagliaio con 5 passeggeri a bordo. Notevoli le possibilità di personalizzazione di questa vettura che, probabilmente, diverrà un punto di riferimento del suo segmento, così come da decenni lo è la Golf in quelli medi.

 

Fiat: nuova Panda

A Francoforte, debutta anche la nuova Fiat Panda, giunta alla terza generazione che dovrà vedersela con la nuova Vw up!
In soli 365 cm di lunghezza (più lunga di quella precedente di 10 cm a vantaggio dell’abitabilità posteriore) la Panda cerca di innovare anche nel campo dell’abitabilità e dello sfruttamento dello spazio a bordo.
Esteticamente, si caratterizza per i nuovi passaruota bombati e per il mantenimento della terza luce sui lati.
Quanto ai motori, ruolo centrale lo avrà il bicilindrico TwinAir da 0,9 litri proposto nella versione aspirata e turbo, il 1.2 fire e il 1.3 diesel.
3 gli allestimenti e 10 i colori di carrozzeria, 4 gli ambienti interni.

 

Mazda CX5

Mazda, dopo la buona accoglienza di pubblico della più grande CX7, allarga verso il basso la sua gamma di Suv con la nuova CX5, che con ingombri di auto media porterà al debutto la nuova gamma di motori e trasmissioni Skyactiv, sviluppati per assicurare alta efficienza. Tra i propulsori, un diesel 2,2 litri e un benzina 2,0 litri accumunati in molti dettagli, tra cui lo stesso rapporto di compressione, 14:1, che per entrambi i motori costituisce una novità di rilievo, perché avere una compressione così bassa in un diesel o alta in un benzina pone parecchi problemi in ordine alla corretta combustione del carburante, cosa che ha reso necessario un particolare studio del sistema di alimentazione e di scarico, tanto che il nuovo propulsore diesel, supportato da un turbocompressore a doppio stadio, è accreditato di un regime di potenza massima ben superiore ai 5.000 giri/min, a tutto vantaggio delle prestazioni. Nuovi anche il cambio manuale ed automatico a sei rapporti.