Presentato il nuovo direttore generale di Avepa, Fabrizio Stella

0
608
Fabrizio Stella
Fabrizio Stella

Fabrizio StellaManzato: “Regione Veneto e Avepa in tandem per dare migliori risposte alle imprese agricole”

La Regione del Veneto e il suo braccio operativo Avepa (Agenzia veneta pagamenti) vogliono correre in tandem e andare più veloci con un comune unico obiettivo: favorire il lavoro e il finanziamento delle aziende agricole del territorio, per sostenere l’impegno degli imprenditori e accrescerne la competitività sui mercati. Lo hanno ribadito all’unisono l’assessore regionale all’agricoltura Franco Manzato e il nuovo direttore dell’Avepa in agricoltura, Fabrizio Stella, insediatosi l’1 dicembre scorso, che ha presentato il programma d’azione del suo mandato, affiancato dai dirigenti della struttura.

 

“Due gli obiettivi essenziali – ha riassunto Stella – rispetto ad un organismo chiamato ad erogare circa 1,1 miliardi di euro l’anno al sistema agricolo veneto. Il primo riguarda l’accorciamento dei tempi di erogazione: anche 24 ore nella disponibilità della valuta sono importanti e spesso preziose per qualsiasi imprenditore”. Il nostro lavoro deve rispettare regole e leggi – ha poi aggiunto in sostanza – ma se e quando c’è spazio per l’elasticità, intendo tirare l’elastico al massimo a favore delle imprese agricole, che sono per così dire i nostri ‘clienti’”. Il secondo obiettivo del mandato di Stella riguarda “

la possibilità di realizzare un progetto che ci consenta di poter contrattare la disponibilità di finanziamenti in modo da anticipare il più possibile le erogazioni previste”, senza dover attendere i tempi legati alla effettiva disponibilità dei fondi europei. Per fare questo occorrerà un lavoro di squadra forte, coinvolgendo Regione e sistema del credito e approntando gli eventuali strumenti normativi necessari. “E’ anche mia intenzione – ha concluso Stella – aprire un tavolo consultivo con tutte le organizzazioni di settore, perché le buone idee possono venire da tante teste”.

Franco ManzatoL’assessore Manzato, dal canto suo, ha augurato buon lavoro al nuovo direttore generale Stella e salutato il suo predecessore Fausto Luciani, richiamando l’impegno delle istituzioni ad essere uno strumento di servizio e supporto delle imprese, mai un ostacolo. “Il Veneto è stata tra le prime regioni a darsi un organismo pagatore autonomo e ha dato un esempio che intendiamo rendere ancora più efficace. Stiamo facendo una riflessione con il collega del Friuli Venezia Giulia Claudio Violino, che potrebbe sfociare in una maggiore responsabilizzazione di Avepa rispetto agli agricoltori di quella regione, che ancora non si è data un proprio strumento del genere, anche per fare economie di scala”.

Manzato ha ricordato anche le altre azioni avviate dalla Regione per rendere più efficiente l’azione istituzionale e sburocratizzare l’agricoltura, come l’attivazione dello Sportello Unico Agricolo e del portale PIAVe per colloquiare direttamente con gli uffici regionali, la semplificazione delle procedure per quanto concerne la redazione dei Piani Aziendali e il rilascio delle certificazioni IAP. L’assessore ha infine richiamato la manovra cosiddetta “salva Italia”, che “mentre aumenta i prelievi a carico delle imprese agricole, eroga 40 milioni per far funzionare Agea, un organismo che avrebbe dovuto essere sostituito da quelli regionali come Avepa. Molte regioni, specie al sud, non si sono però mai attivate e non mi risulta che pensino di farlo. Noi così ci troviamo a pagare per far funzionare la nostra agenzia e anche per contribuire far funzionare quella nazionale che serve le Regioni inadempienti”.