Riforma del lavoro e articolo 18: nessuna novità per le micro imprese

0
112
Giuseppe Bortolussi

Giuseppe BortolussiBortolussi (Cgia): “non cambia nulla rispetto a prima per le aziende fino a 15 dipendenti”

La tanto sbandierata riforma del mondo del lavoro che il Governo Monti sta tentando faticosamente di varare rischia di essere di gran lunga inferiore alle reali attese del mondo del lavoro e dell’economia.

“Nelle aziende con meno di 15 dipendenti non è prevista nessuna estensione delle disposizioni previste dall’articolo 18 in materia di licenziamenti discriminatori. Infatti, già con l’articolo 3 della legge n. 108, sin dal 1990 è stato stabilito che anche per le imprese con meno di 15 dipendenti il licenziamento discriminatorio è da ritenersi sempre nullo”.

A chiarire questo passaggio è il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi: “questa precisazione si rende necessaria in quanto moltissimi media hanno sottolineato che le disposizioni introdotte dal Governo Monti in materia di licenziamenti discriminatori sarebbero state estese anche alle piccolissime imprese sotto i 15 dipendenti. Una precisazione che riteniamo necessaria per affermare che nelle nostre realtà produttive non vige la legge del più forte. Anzi, mai come in questo momento i dipendenti delle micro imprese sono visti come una risorsa insostituibile per uscire da questa situazione congiunturale così difficile”.

Più in generale, si evidenzia dalla Cgia, se le aziende “interessate” dall’articolo 18 sono solo il 3%, quasi due lavoratori dipendenti su tre, invece, sono tutelati da questo provvedimento: le aziende al di sopra dei 15 dipendenti sono solo il 3% del totale. Su poco più di 5.250.000 imprese presenti in Italia, solo 156.500 circa hanno più di 15 addetti. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, invece, il 65,5%  è tutelato dall’articolo 18. In pratica, su quasi 12 milioni di operai ed impiegati presenti nel nostro Paese (esclusi i lavoratori del pubblico impiego, quelli presenti in agricoltura, i co.co.pro ed i lavoratori a progetto), quasi 7.800.000 lavorano nelle imprese con più di 15 dipendenti: soglia oltre la quale si applica l’articolo 18.

STIMA DEI LAVORATORI DIPENDENTI OCCUPATI IN ITALIA

(anno 2009)

Dimensione

Imprese

Addetti

dipendenti

Inc. % degli addetti dipendenti sul totale dipendenti

≤ 15 dipendenti

4.108.086

34,52

>15 dipendenti

7.790.429

65,47

TOTALE

11.898.515

100

elaborazione Ufficio studi CGIA Mestre su fonti varie esclusi i

lavoratori del pubblico impiego, quelli presenti in agricoltura,

i co.co.pro ed i lavoratori a progetto