Concorso di idee “Imagine the future”: premiati i giovani vincitori

0
298
PAB Premio IRE 2014 immagina il futuro 1 Premio 1
PAB Premio IRE 2014 immagina il futuro 1 Premio 1Obiettivo dell’iniziativa dell’Ire Alto Adige promuovere lo spirito imprenditoriale tra i giovani studenti

L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano bandisce ogni anno un concorso di idee dal titolo “Imagine the future”, con l’obiettivo di promuovere lo spirito imprenditoriale. Anche quest’anno – per la quindicesima volta – il concorso era indirizzato agli alunni e alle alunne dei licei, degli istituti tecnici e delle scuole professionali.

I partecipanti hanno sviluppato idee nuove, creative e concrete per il mercato altoatesino. Le migliori idee per prodotti o servizi sono state premiate nel corso della manifestazione conclusiva svoltasi nella sede camerale.

Il progetto vincitore “Grow’em” è un’applicazione per cellulari e tablet finalizzato a facilitare in modo interattivo i lavori di giardinaggio, sviluppata dagli studenti dell’Istituto tecnico per economia, grafica e comunicazione di Bressanone.

Il concorso di idee annuale “Imagine the future” dell’IRE ha l’obiettivo di promuovere lo spirito imprenditoriale e avvicinare i giovani all’economia altoatesina. Quest’anno 19 classi di dieci scuole diverse hanno inoltrato complessivamente 53 idee per nuovi prodotti e servizi destinati all’economia altoatesina del futuro. «I giovani partecipanti hanno dimostrato di possedere spirito imprenditoriale, intraprendenza e volontà», dichiara soddisfatto il presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, in merito ai numerosi progetti presentati.

Una giuria composta da sei esperti ha valutato tutti i progetti presentati e proclamato i tre vincitori. Oltre ai premi principali, altre sette classi hanno ricevuto un riconoscimento pari a 300 euro. Nel corso della cerimonia conclusiva di premiazione alla Camera di commercio, gli alunni e le alunne hanno illustrato i loro progetti e preso in consegna i premi assegnati. Per la prima volta è stata premiata anche la migliore presentazione.

Ecco i tre progetti vincitori:

1° posto:

Classe 4B dell’Istituto tecnico per economia, grafica e comunicazione di Bressanone (prof.ssa Sonja Rienzner) per il progetto “Grow’em” (1.500 euro per la classe):

Tramite un’applicazione per smartphone e tablet e vari sensori installati nel proprio giardino che rilevano dati sull’umidità del terreno, sull’irradiazione solare etc., vengono fornite all’utente istruzioni pratiche sull’irrigazione e sul posto ideale in cui coltivare le piante.

2° posto

Classe 4AP dell’Istituto tecnico per l’economia “Franz Kafka” di Merano (prof.ssa Ulrike Plant) per il progetto “Juicy – lo spremimela” (1.000 euro per la classe):

“Juicy” è una macchinetta automatica a forma di mela che spreme davanti al cliente le mele per poi consegnargli un succo di mela fresco. L’apparecchio automatico può essere installato come rinfresco lungo sentieri, in centri turistici oppure anche in edifici pubblici.

3° posto

Gruppo progettuale del Liceo Scientifico Scienze Applicate di Bolzano “Galileo Galilei“ (prof. Enrico Vucemillo) per il progetto “Casa Cabrio” (750 euro per la classe):

“Casa Cabrio” è un cubo mobile in vetro che può essere estratto dalle pareti laterali e dal soffitto di un appartamento dotato di terrazza o giardino. Ciò permette di ampliare ad esempio lo spazio abitativo anche in inverno secondo criteri di efficienza energetica. Rispetto alla tradizionale veranda, l’intera superficie può essere ampliata in modo flessibile.

L’ulteriore premio di 300 euro per la migliore presentazione è stato assegnato alla classe 3TS4 dell’Istituto tecnico per il turismo e le biotecnologie “Marie Curie” di Merano con il progetto “Gemüsli”.