Esposto alla Consob per Veneto Banca e Popolare di Vicenza

0
94

Vittorio Veneto (Treviso). Lo studio legale Zanvettor Bruschi ha emanato una nota intitolata “Parte l’esposto alla consob per violazione della normativa sugli intermediari contro veneto banca e banca popolare di vicenza”.

Riportiamo il testo integrale della nota:
“Lo studio legale Zanvettorbruschi, in prima linea nelle difese dei propri clienti di fronte ai due istituti bancari convolti dallo scandalo delle azioni illiquide, ha predisposto anche un puntuale esposto collettivo alla Consob, autority, volta alla verifica del rispetto della normativa dei doveri dell’intermediario di comportarsi con correttezza e trasparenza in sede di distribuzione di prodotti finanziari di cui al D.lgs n. 58/1998 e relativi regolamenti attuativi.

Lo studio legale chiede alla Consob di estendere le indagini che sta già svolgendo nel caso Veneto Banca con la richiesta di notizie ai sensi del combinato disposto dell’art. 8, comma 5-bis, e dell’art. 187-octies, comma 3, lettera a), del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, tramite la sottoposizione di apposito questionario anche ai propri clienti che hanno investito in titoli azionari della Banca Popolare di Vicenza credendo in un investimento del proprio risparmio indenne da ogni possibile rischio.

Infatti, nella raccolta delle adesioni per all’azione collettiva a tutela dei diritti dei risparmiatori, i professionisti hanno esaminato la copiosa documentazione fornita dai clienti da cui emergerebbe una forzatura della normativa MIFID a tutela degli investitori.

Se anche la Consob dovesse confermare tale violazione, si aprirebbero le strade per ottenere i risarcimenti dei danni.

Nel citato esposto i legali chiedono espressamente alla Consob di essere tempestivamente informati sull’esito delle indagini ispettive e sulle eventuali sanzioni che saranno comminate ai due Istituti Bancari.
Chi volesse aderire all’iniziativa dovrà prendere contatti immediati con lo studio legale.”