Arena di Verona, progetto tedesco per coprire l’anfiteatro realizzabile in tre anni

0
47
arena verona ipotesi copertura progetto tedesco
Costo preventivato di 13,5 milioni di euro coperti dallo sponsor Calzedonia. Rebus autorizzazioni del ministero dei Beni culturali e della Sovrintendenza 

arena verona ipotesi copertura progetto tedescoDa anni se ne parla, ora potrebbe divenire una realtà, una volta superati tutti gli ostacoli burocratici ed autorizzativi: si tratta del progetto di copertura mobile dell’anfiteatro dell’Arena di Verona al fine di tutelare il monumento dai danni causati dalle intemperie e per salvare la stagione degli spettacoli all’aperto in caso di maltempo.

Il concorso internazionale di idee voluto dal comune di Verona e sponsorizzato dalla Calzedonia di Sandro Veronesi, cui hanno partecipato 87 proposte (di cui 84 idonee), ha avuto un vincitore: si tratta del raggruppamento degli studi ingegneria tedesco Schlaich Bergermann and partners, insieme con gli architetti del gruppo Gerkan Marg and partners di Stoccarda e Berlino che hanno presentato una sorta di moderno velario con un telo con una superficie di oltre 12.000 metri quadri che si stende e poi si riavvolge a scomparsa su un unico lato all’interno di un anello di copertura. Anche i cavi di supporto possono scomparire all’interno dell’anello. 

Ora la palla passa a Sovrintendenza e ministero dei Beni culturali, ma se tutto filerà liscio in tre anni la copertura potrebbe essere una realtà.

Il costo stimato del progetto vincitore del concorso di idee è di 13,5 milioni di euro e il patron di Calzedonia Sandro Veronesi è pronto a impegnarsi: «se abbiamo iniziato il percorso è perché c’era l’intenzione di impegnarci». Al primo classificato sono andati 40.000 euro. Al secondo (Rti Vincenzo Latino di Siracusa) 20.000, mentre al terzo (Rti Italo-Spagnola capofila Roberto GM Ventura di Codognno, Lodi) 10.000, tutti coperti dallo sponsor.