Sparkasse approva il progetto integrale di bilancio 2017

0
295

Utile netto a livello di gruppo a 14,4 milioni di euro. Brandstätter: «siamo usciti dalla crisi degli anni scorsi»

Il consiglio di amministrazione della Cassa di Risparmio di Bolzano – Sparkasse, presieduto da Gerhard Brandstätter, ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio della banca e il bilancio consolidato del Gruppo al 31 dicembre 2017 che sarà sottoposto all’assemblea dei Soci per l’approvazione, che si svolgerà martedì 10 aprile 2018, confermando i risultati preliminari, già diffusi in occasione della segnalazione agli organi di vigilanza lo scorso 8 febbraio.

L’istituto ha chiuso lo scorso anno con un utile netto di 14,4 milioni di euro a livello di Gruppo e di 14 milioni a livello di Banca.  Tra i principali risultati consolidati del 2017 si evidenziano l’ulteriore riduzione dei rischi, con il “NPL Ratio” lordo che scende dal 17,6% di fine 2016 al 13,3%. Il “NPL Ratio” netto, ovvero al netto di quanto già accantonato con le rettifiche su crediti, diminuisce al 7,1%, registrando un andamento di costante riduzione dei rischi tra i migliori registrati sul mercato bancario. Tale risultato è stato raggiunto con un’esemplare diminuzione del volume di credito deteriorato che passa dagli 1.057 milioni di fine 2016 (1.498 milioni a fine 2015) agli 807 milioni di fine 2017.

Il livello di copertura del credito deteriorato, ovvero il grado di prudenza con il quale la banca effettua le rettifiche a fronte dei rischi creditizi, è in aumento rispetto al 2016 di 10 punti percentuali posizionandosi ad un valore complessivo pari a 50,4% in linea con i migliori operatori del sistema bancario. 
La banca si è rafforzata anche sotto il profilo della solidità patrimoniale con l’indicatore primario di capitale, CET1 Ratio, che a livello consolidato si porta all’11,44% dall’11,02 di dicembre 2016.

Inoltre, è migliorato significativamente anche il grado di efficienza, con un “Cost-Income-Ratio” in significativa riduzione (-10pp), passando dal 79,6% del 2016 al 69,9% del 2017. E’ cresciuta anche la raccolta diretta di 242 milioni (+4,0%) attestandosi a 6.285 milioni, a testimonianza di un sempre maggiore numero di depositanti che affidano i loro risparmi alla banca.

Quanto all’andamento dell’attività bancaria, la crescita della raccolta gestita registra un incremento del +20,3%, raggiungendo quota 1.320 milioni di euro. I finanziamenti lordi verso la clientela, che ammontano a 6,1 miliardi di euro, registrano, relativamente alle posizioni non deteriorate, un incremento percentuale del +6,1%. Le nuove erogazioni di finanziamenti a medio lungo termine a favore di privati ed aziende ammontano a complessivi 785 milioni di euro.

Il presidente Gerhard Brandstätter e l’amministratore delegato Nicola Calabrò hanno espresso soddisfazione per i risultati raggiunti: una banca solida con meno rischi, più efficienza e buona redditività.