Despar NordEst chiude il 2017 con 2,16 miliardi di fatturato

0
209

Nel 2018 investimento di 149 milioni per negozi e infrastrutture

Aspiag Service (concessionaria Despar per Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna) chiude il 2017 con un fatturato al pubblico di 2,16 miliardi (+4,5%) e annuncia un investimento di 149 milioni tra punti vendita e infrastrutture nel 2018.

I dati sono stati diffusi a Padova nel corso di un incontro con il presidente Rudolf Staudinger e l’amministratore delegato Harald Antley. Spar Austria, il gruppo con sedi in Austria, Italia, Slovenia, Crozia e Ungheria di cui Aspiag fa parte, ha registrato un fatturato complessivo di 14,64 miliardi (+6,5%).

Nel 2017 Aspiag ha inaugurato 13 negozi associati e 8 filiali, di cui 3 in Emilia Romagna, 4 in Veneto e 1 in Alto Adige; tra chiusure e aperture, i punti vendita sono passati da 567 a 571 con conseguente aumento delle superfici da 387.000 a 392.000 metri quadri, mentre il numero dei collaboratori è salito da 7.568 a 7.832 (+3,5%). Per quanto riguarda i consumi, si registra un netto aumento nei rami benessere e salute (+7,4%), “easy food” (+7,4%) e prodotti “trendy” come gourmet e aperitivo in casa (+7%), con una flessione tra i prodotti basici per la colazione (-1,5%).

Nel 2018, Aspiag punta a consolidare la presenza in Emilia Romagna e aprirà 7 filiali (1 Despar, 5 Eurospar e 1 Interspar) nelle province di Venezia, Modena, Ravenna, Treviso, Trieste e Bologna. «L’incremento del nostro fatturato al pubblico – commenta Staudinger – testimonia la dinamicità della nostra azienda, che prosegue il cammino in costante crescita degli ultimi anni».