Consorzio tutela formaggio Asiago Dop: via alla stagione dell’alpeggio

Cresce di circa il 10% la produzione di Asiago DOP “Prodotto della Montagna”. In quattro anni la produzione complessiva passata da 37.292 a 61.736 forme di formaggio. 

0
157
formaggio asiago dop

Si apre la stagione dell’alpeggio e il Consorzio Tutela Formaggio Asiago stima, quest’anno, un aumento di almeno il 10% della produzione di Asiago DOP “Prodotto della Montagna”, la specialità casearia riconosciuta dalla UE fin dal 2006 che si produce al di sopra dei 600 metri nelle malghe e nei caseifici di montagna dell’Altopiano di Asiago e nei territori montani della Provincia di Trento.

«Quest’anno – afferma il presidente del Consorzio Tutela Formaggio Asiago, Fiorenzo Rigoni – stimiamo un aumento della produzione di oltre il 10% rispetto all’anno precedente. Già le forme sono passate dalle 37.292 prodotte nel 2013 alle 61.736 del 2017, con un +65%. Ora, una serie di segnali positivi ci inducono all’ottimismo. Da un lato, sempre più malghe e caseifici di montagna hanno raggiunto gli standard qualitativi necessari per la produzione di Asiago DOP e possono, dunque, richiedere l’ingresso nel Consorzio, dall’altro, è in costante crescita, in Italia e all’estero, l’interesse per il formaggio Asiago DOP Prodotto della Montagna, espressione autentica di un territorio con un’identità che vede nell’alpeggio e nei caseifici di montagna il proprio elemento distintivo».

La qualità del latte di montagna con il quale si produce, secondo un rigido disciplinare, Asiago DOP “Prodotto della Montagna”, possiede da sempre caratteristiche nutrizionali uniche. Per la prima volta, la produzione della stagione 2018 vedrà l’introduzione, da parte di alcuni produttori di Asiago DOP “Prodotto della Montagna”, di nuovi parametri di quotazione del latte il cui valore sarà riconosciuto, tra gli altri, in base alla presenza di vitamina E. Questa vitamina, infatti, è un indicatore di sana alimentazione delle vacche al pascolo ma, anche, un prezioso antiossidante naturale che aiuta a prevenire o a ritardare le malattie croniche associate alla produzione di radicali liberi. Si prosegue, così, il percorso di crescita qualitativa intrapreso in questi anni dal Consorzio verso un prodotto sano, capace di offrire, nell’alimentazione quotidiana, proprietà nutrizionali sempre più elevate.

In un contesto nel quale, il valore dell’agricoltura montana in Italia è di 9,1 miliardi di euro di cui 2,4 miliardi nelle Alpi (dato Fondazione Montagne Italia), l’obiettivo primario del Consorzio Tutela Formaggio Asiago continua ad essere il sostegno al presidio del territorio montano e al suo patrimonio di biodiversità. La produzione del formaggio Asiago DOP “Prodotto della Montagna”, in costante crescita, è il segno tangibile dell’impegno ultradecennale del Consorzio e di scelte attente al benessere degli animali e alla valorizzazione dei pascoli in quota. Un percorso che verrà celebrato a “Made in Malga”, manifestazione promossa dal Consorzio Tutela sei anni fa, diventata l’evento nazionale di riferimento per i formaggi di montagna, che si svolgerà nel territorio dell’Altopiano dal 7 al 9 settembre prossimi e dove caseifici produttori di Asiago DOP “Prodotto della Montagna” e malghe associate daranno il benvenuto anche a una delegazione di operatori stranieri in visita di studio, a riprova del crescente interesse verso questa tipologia anche all’estero.