Škoda Octavia G-Tec: nuovo motore e più potenza a basso impatto ambientale

Il nuovo 1.5 TSI ottimizzato per l’alimentazione a metano, 130 Cv e 480 km di autonomia a metano grazie ai 3 serbatoi oltre a quello della benzina da 12 litri. Disponibile solo in versione SW. 

0
279
Škoda Octavia G-Tec

Škoda Octavia G-Tec è ora dotata di un nuovo e più potente motore 1.5 TSI 130 Cv (96 kW). Disponibile esclusivamente in versione Station Wagon, Škoda Octavia G-Tec offre un’autonomia di circa 480 chilometri a metano, grazie ai tre serbatoi che contengono complessivamente 17,7 chilogrammi di gas naturale. Il serbatoio della benzina da 11,8 litri assicura la mobilità in assenza di metano.

Il nuovo motore da 1,5 litri di cilindrata eroga 20 Cv (15 kW) in più rispetto al precedente 1.4 TSI, per un totale di 130 Cv (96 kW) e risulta particolarmente efficiente, grazie alle valvole di aspirazione a comando variabile e allo sfruttamento del ciclo di combustione Miller. Quando alimentato a gas naturale le emissioni di CO2 sono circa il 25% inferiori rispetto al funzionamento a benzina, inoltre la quantità di ossidi di azoto (NOx) cala sensibilmente e le emissioni di particolato vengono completamente eliminate. Škoda Octavia G-Tec è così in grado di soddisfare lo standard Euro6d-TEMP, la norma sulle emissioni più severa attualmente in vigore, e rappresenta un’alternativa ecologica alle vetture alimentate con carburanti convenzionali. La vettura è commercializzata esclusivamente in abbinamento al cambio automatico sequenziale doppia frizione DSG a 7 rapporti.Škoda Octavia G-Tec

Rispetto alla benzina e al Diesel, il gas naturale è caratterizzato da un contenuto energetico più elevato, inoltre è più conveniente e garantisce una combustione più pulita e silenziosa. L’utilizzo di biogas da acque reflue o da produzione agricola oppure di gas sintetico al posto del gas naturale riduce in modo ancora più significativo l’impatto ambientale. È possibile ottenere ulteriori miglioramenti se per la produzione di gas viene impiegata energia elettrica ricavata da fonti rinnovabili. In tal modo, il gas rappresenta un anello di congiunzione tra i carburanti fossili e la futura elettro-mobilità. Il rifornimento di una vettura alimentata a gas avviene in modo veloce e comodo, analogamente a un modello equipaggiato con motore benzina o Diesel.

Dei tre serbatoi di gas naturale, uno posizionato davanti all’asse posteriore ed è in acciaio, mentre gli altri due, collocati sotto il bagagliaio, sono realizzati con un nuovo materiale composito, che combina massima sicurezza e peso ridotto.

© Riproduzione Riservata