La provincia di Bolzano investe per ammodernare il servizio ferroviario

Con lo stanziamento di 67,6 milioni di euro saranno acquistati 7 nuovi treni e sarà adeguata la linea della Venosta con l’elettrificazione. Previsi convogli diretti tra Malles e Innsbruck nell’ambito dell’Euregio Tirolese. 

0
371
nuovi treni

La Provincia di Bolzano investe per ammodernare il servizio ferroviario, migliorare i collegamenti transfrontalieri, incentivare formedi mobilità sostenibile. Questo l’obiettivo perseguito dalla Giunta provinciale, che ha approvato lo stanziamento di 67,63 milioni di euro a favore di STA (Strutture Trasporto Alto Adige) per l’acquisto di 7 nuovi treni da circa 270 posti a sedere l’uno, e per i necessari lavoridi adeguamento alla linea ferroviaria della Val Venosta.

Per quanto riguarda i lavori, si tratta principalmente dell’adattamento della galleria Josefsberg e dell’allestimento e adeguamento della flotta attualmente in dotazione per il servizio lungo la Merano-Malles. «Grazie a questo investimento – sottolinea il presidente della Provincia, Arno Kompatschersarà possibile garantire collegamenti diretti fra Innsbruck e Malles, migliorando in maniera sensibile il collegamento transfrontaliero su rotaia».

In futuro, potranno circolare in Alto Adige anche i 6 nuovi treni “Talent” acquistati dal Land Tirolo. La Provincia di Bolzano e il Land Tirolo nel 2013 avevano sottoscritto un’intesa di massima per il miglioramento dei collegamenti ferroviari, e già l’anno successivo erano stati previsti 2 collegamenti diretti, in entrambe le direzioni, tra Bolzano e Innsbruck. Secondo il nuovo modello di orario, che sarà operativo dal 2021, l’elettrificazione della linea della Val Venosta renderà possibile il cadenzamento orario nella tratta Malles-Bolzano-Innsbruck. Situazione identica anche nella zone orientale del territorio, in maniera particolare con la linea Fortezza-San Candido-Lienz, mentre tutto il progetto di mobilità provinciale su rotaia sarà completato una volta entrata in funzione la variante della Val di Riga, che consentirà di muoversi direttamente tra Malles, Bolzano, Fortezza, San Candido e Lienz.

«Il modello operativo prevede la necessità di 25 treni attrezzati con tre sistemi di propulsione – spiega l’assessore provinciale alla mobilità, Florian Mussner – in aggiunta ai convogli già in funzione, la Provincia di Bolzano, tramite STA, ne acquisterà altri 7 tramite un bando di gara». L’intera operazione sarà co-finanziata dal fondo statale per lo sviluppo e la coesione con una cifra di poco inferiore ai 3,7 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata