Premiati i vincitori della tappa triestina del Nasa Space Apps Challenge 2018

Fedriga: «il Friuli Venezia Giulia è un punto di riferimento europeo per innovazione». 

0
104
Nasa Space Apps Challenge 2018

Nella sede del palazzo della Regione a Trieste si è svolta la cerimonia di premiazione del Nasa Space Apps Challenge 2018 dedicato al tema “Lo spazio e la Terra” che ha visto coinvolti centinaia di ragazzi delle scuole locali. All’evento hanno partecipato il governatoredella Regione, Massimiliano Fedriga, e il vice ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia, Kelly Degnan.

«L’inserimento di Trieste tra le città nelle quali si è svolto il Nasa Space Apps Challenge, il più grande hackathon globale organizzato dall’agenzia spaziale statunitense, conferma che il Friuli Venezia Giulia, e il capoluogo regionale in particolare, sono punti di riferimento a livello europeo per l’innovazione e che il settore della ricerca e sviluppo può garantire crescita economica e posti di lavoro – ha detto Fedriga -. Iniziative di questo tipo sono molto importanti perché danno la possibilità a ragazzi e ragazze di confrontarsi tra loro e con il mondo per sviluppare soluzioni tecniche nuove e inattese e, allo stesso tempo, offrono alla Nasa la visione delle nuove generazioni sul tema dell’innovazione e della ricerca applicata».

Il governatore ha quindi apprezzato l’attenzione posta dall’iniziativa alla sostenibilità ambientale: «si tratta di una delle grandi sfide del domani che non dove essere vista come una difficoltà o un ostacolo da superare ma come un’opportunità importante per la crescita economica. Sviluppare soluzioni innovative nell’ambito della tutela ambientale è infatti un’occasione di sviluppo per le imprese della nostra regione».

Sottolineando il ruolo di volano rappresentato dall’Euroscience Open Forum (Esof), che si terrà a Trieste nel 2020, Fedriga ha quindi evidenziato l’importanza delle relazioni instauratesi tra le realtà scientifiche del Friuli Venezia Giulia e quelle statunitensi. Una collaborazione che il vice ambasciatore Degnan ha confermato essere solida e importante, anche in considerazione della collaborazione tra la Nasa e l’Agenzia spaziale italiana, che nel 2018 hanno celebrato rispettivamente 60 e 30 anni d’attività.

Nasa Space Apps Challenge, il più grande hackathon mondiale organizzato dalla Nasa, si è tenuto il 20 e 21 ottobre contemporaneamente in 189 città di tutto il globo, di cui 6 italiane. L’idea alla base dell’evento, che a Trieste è stato co-organizzato dal Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam, è quella di far lavorare insieme giovani esperti di vari campi dell’informatica per risolvere sfide e problemi legati all’esplorazione spaziale e al rapporto tra lo spazio e la Terra attraverso l’utilizzo dell’enorme mole di dati raccolti e messi a disposizione dall’agenzia spaziale americana.

In ciascuna località di svolgimento del concorso sono stati premiati (con riconoscimenti in denaro) tre team di lavoro e i primi due gruppi classificati sono stati ammessi alla selezione globale della Nasa, che individuerà i vincitori mondiali per ciascuna sfida. Inoltre, il gruppo che si è aggiudicato il favore del pubblico locale parteciperà alla selezione globale per la categoria People’s choice.

© Riproduzione Riservata