Al Fadiesis Accordion Festival di Pordenone l’esecuzione del Concerto per Fadiesis

Sul palco dell’Auditorium Concordia la Nuova orchestra da camera “Ferruccio Busoni” di Trieste e gli Archi della Fondazione Orchestra Lucana di Matera.

0
122
Fadiesis Accordion Festival

Domenica 4 novembre all’Auditorium Concordia di Pordenone (ore 18.00), sarà eseguito il Concerto per Fadiesis dopo la prima esecuzione assoluta a Matera, al festival gemello che sancisce la vicinanza di due terre lontane agli antipodi dell’Italia, ma simili per molti aspetti, nell’ambito del Fadiesis Accordion Festival.

La collaborazione delle due orchestre, la Nuova Orchestra da CameraFerruccio Busoni” di Trieste e degli Archi della Fondazione Orchestra Lucana, daranno dunque vita al momento culminante del simbolico incontro tra la Capitale Europea 2019 e il capoluogodella Destra Tagliamento, dove nel 2011 è nato il Fadiesis Accordion Festival, con la direzione artistica di Gianni Fassetta, sostenuto da regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e comune di Pordenone col patrocinio di Mibac e Matera 2019. Diretti da Massimo Belli, con Gianni Fassetta alla fisarmonica, i due ensemble eseguiranno il concerto per fisarmonica e archi composto da Cesare Chiacchiaretta, proprio in dedica la festival.

«Questo concerto è un evento di grande valore affettivo e simbolico per il Festival – afferma Fassetta – un concerto dedicato all’Associazione Musicale Fadiesis dal Maestro Cesare Chiacchiaretta, compositore e interprete di livello internazionale. Un dono prezioso che regala al pubblico il sapore speciale di una duplice sfida: una scrittura rigorosa nella tonalità di Fa diesis minore e un’esecuzione che, per la prima volta nella storia della nostra manifestazione, fa incontrare sul palcoscenico un’orchestra della Basilicata e una del Friuli Venezia Giulia».

Completano il programma Otono Porteno e Invierno Porteno, La Muerte del Angel e Realidad di Astor Piazzolla – con una struggente vena di vibrazioni sudamericane che s’insinuerà in un’avvolgente atmosfera classica – e il brano Rhapsodeon op. 70 per fisarmonica e archi con violino e violoncello concertanti del compositore contemporaneo Paolo Pessina.

Cesare Chiacchiaretta è tra i massimi interpreti del bandoneón. Ha tenuto concerti per le più prestigiose società concertistiche in Italia e all’estero (Francia, Russia, Ungheria, Austria, Slovenia, Svizzera, Germania, Messico, Croazia, Slovenia, Rep. Ceca, Slovacchia, Olanda, Spagna…) sia come solista che in varie formazioni cameristiche. È stato premiato nei più importanti concorsi nazionali e internazionali di esecuzione solistica e cameristica. Suona sin dalla sua fondazione nel quartetto di fisarmoniche Accord’Ance, originale ensemble con il quale ha effettuato numerosissimi concerti e ottenuto importanti riconoscimenti in competizioni internazionali. Si dedica da sempre con particolare dedizione alla musica di Astor Piazzolla della quale è un profondo conoscitore.

Paolo Pessina, classe 1969, si diploma in composizione presso il conservatorio di Milano nella classe di Azio Corghi (1995). Nel 1997 consegue l’alto perfezionamento in composizione all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, dove riceve il Premio S.I.A.E. quale migliore diplomato di tutti i corsi. Nel 2000 ottiene il Diploma di Merito in composizione all’Accademia Chigiana di Siena, sotto la guida di Azio Corghi. Successivamente vince il Premio Emma Contestabile per i brillanti risultati ai corsi di musica da film tenuti da Luis Bacalov. Lavora quale assistente di Alexander Rahbari a Madrid, Palermo, Vienna, Graz e Zagabria. Nel 2001è cofondatore dell’Orchestra Sinfonica Adriatica. Il catalogo delle sue composizioni comprende musiche per teatro, film, opere sinfoniche, vocali e da camera. Alcuni suoi lavori sono pubblicati da BMG Ricordi, Sonzogno, Berbèn, Pizzicato Verlag e registrati da RAI Radiotelevisione Italiana, RTV Slovenia e Universal Music GmbH. Dal 2006 appare come compositore e direttore d’orchestra nel catalogo della casa discografica NAXOS.

© Riproduzione Riservata