Iveco Stralis NP offre autonomie record con un pieno di LNG

Uno Stralis NP 460 ha viaggiato da Londra a Madrid a gas naturale, senza effettuare soste per il rifornimento. Il camion premiato ad Ecomondo come “Camion sostenibile 2019”. 

0
63
Iveco Stralis NP

Un autoarticolato Iveco Stralis NP spinto da un propulsore Cursor 6 cilindri da 13 litri di cilindrata da 460 Cv alimentato a gas liquido, partito dal Regno Unito, ha completato quella che sembra essere la tratta su strada più lunga mai percorsa con un unico rifornimento di LNG, per dimostrare l’idoneità dei veicoli a gas naturale al trasporto su strada nazionale ed europeo.

Partito da Londra, l’Iveco Stralis NP 4×2 ha viaggiato con un rimorchio cassonato a tre assali e una massa totale a terra di 30 tonnellate. Dopo una breve traversata in traghetto da Dover a Calais, ha completato il percorso di 1.728 km senza effettuare alcun rifornimento – superando l’autonomia ufficiale del veicolo di 1.600 km e andando a stabilire un nuovo record di distanza. Questo risultato equivale a un risparmio straordinario sul costo del carburante (LNG) nel viaggio di andata, di circa il 40% rispetto al diesel.

Il camion ha fatto rifornimento prima di lasciare Londra e ha fatto rifornimento a Madrid dopo due giorni e mezzo di viaggio. Nonostante il traffico intenso sul versante inglese del Canale della Manica, il forte vento contrario in Francia e la pendenza del tratto collinare sul territorio spagnolo, lo Stralis NP ha registrato un consumo medio di 22,6 kg ogni 100 km, decisamente contenuto.

Con questo viaggio Iveco ha voluto dimostrare che il gas naturale – CNG, LNG e biometano – è un’alternativa al diesel praticabile, concreta, sicura e conveniente, resa disponibile da una rete di rifornimento in continua espansione nel Regno Unito e nel resto del continente.

Rispetto al suo equivalente diesel Euro VI, un Iveco Stralis NP alimentato a LNG emette circa il 90% in meno di NO2, il 99% in meno di particolato e fino al 15% in meno di CO2 – cifra che sale addirittura al 95% se si utilizza il biometano. Anche i costi totali di esercizio (TCO) sono ridotti rispetto alla versione Diesel del 9%.

Oltre al record su strada, lo Stralis NP si è aggiudicato il titolo di “Camion sostenibile del 2019” alla fiera dell’economia circolare Ecomondo, promosso da una delle riviste specializzate nel campo dei trasporti.

Iveco Stralis NP
Maurizio Cervetto Direttore Responsabile di Vado e Torno, consegna il riconoscimento a Fabio Pellegrinelli di Iveco

Lo Stralis NP 460 è equipaggiato con un motore Iveco Cursor 13 NP, sviluppato per offrire il sostegno ideale anche nelle missioni più impegnative e tutelato da due brevetti: il primo è il sistema di controllo antidetonazione, che consente di aumentare le prestazioni con la massima compatibilità di combustibile e protegge il motore e il catalizzatore a tre vie dal rischio di mancata accensione. Il secondo è il sistema di gestione del comando reattivo del flusso aria, una nuova logica di controllo del rapporto stechiometrico applicata al cambio delle marce. Ciò garantisce una coppia continua durante l’innesto marce nei cambi automatizzati, per prestazioni ottimizzate e massima rapidità di innesto.

Testato dalle più prestigiose riviste di settore, con un risultato di 4,21 chilometri per chilo di metano liquefatto consumato, senza Urea grazie a un semplice e leggero catalizzatore a tre vie, è salito al vertice della classifica dei pesanti stradali di tutti i tempi.

© Riproduzione Riservata