Razza Veneta, a 99 anni l’imprenditore Ezio Cauzzo è ancora in piena attività

Festeggiamenti dell’assessore regionale al lavoro, DOnazzan, e del sindaco di San Giorgio in Bosco, Miatello. 

0
116
ezio cauzzo
Da sx a dx: Fabio Miotti, Renato Miatello, Ezio Cauzzo, Elena Donazzan, Emanuela Cauzzo

Ancora un esempio, con Ezio Cauzzo, della cosiddetta “Razza Veneta”, una schiatta che punta alla logica del fare in prima persona senza attendere che siano altri a provvedere. Un esempio ancora più importante nell’epoca ruggente del reddito di cittadinanza, dove si privilegial’assistenzialismo invece dell’iniziativa.

Ezio Cauzzo, 99 anni, è ancora un imprenditore in piena attività. È nato il 4 novembre, un anno dopo il Giorno della Vittoria, e incarna la tenacia e la resistenza dei ragazzi del ’99. «La sua vita e la sua tempra sono l’essenza dello spirito imprenditoriale e del dinamismo della gente veneta» ha detto Elena Donazzan, assessore regionale al lavoro che si è recata in visita a Cauzzo nella sua casa di Sant’Anna Morosina, frazione di San Giorgio in Bosco, accompagnata dal sindaco Renato Miatello e dall’assessorecomunale alle attività produttive Fabio Miotti.

Classe 1919, Ezio Cauzzo a 99 anni compiuti commercia e consegna bombole a gas per uso domestico. Nella sua vita ha fatto il soldato (nella Cecoslovacchia occupata dai nazisti, durante la seconda guerra mondiale),il deportato (per due anni), e poi, in tempo di pace, il contadino,  il fattorino, il trasportatore prima di frutta e poi di bombole di gas per uso domestico e poi il negoziante, attività che continua tuttora nonostante da ultimo la Motorizzazione civile gli abbia ritirato la patente per limiti di età.

Cavaliere della Repubblica dal 2014, fondatore e presidente della locale Associazione ex internati e dell’Associazione combattenti e reduci, Cauzzo non ha nessun intenzione di ritirarsi in “quiescenza”.

«Instancabile, ottimista, positivo, amante della Patria nel vero senso del termine – commenta Donazzan – Ezio è un esempio per tutti noi di positività e di impegno generoso. Non posso che augurargli di tagliare con la medesima energia e dinamismo il traguardo dei cent’anni: lo festeggeremo insieme, e alla grande».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata