Nuova Audi A1 Sportback: cresce in abitabilità

A otto anni dal lancio della prima serie, quella nuova offre solo motori a benzina. La base meccanica è la stessa della Vw Polo. 

0
227
Audi A1 Sportback

Nel 2010 debuttava Audi A1, un modello inedito all’interno della gamma della Casa dei quattro anelli. Ora entra in scena la seconda generazione della compatta di Ingolstadt con un design decisamente dinamico: Audi A1 Sportback cresce di 56 mm e misura così 4,03 metri. Allo stesso tempo, resta pressoché invariata la larghezza (1,74 metri) a fronte di un’altezza di soli 1,41 metri.

Il frontale è caratterizzato dalla griglia single frame, larga e collocata in posizione ribassata, e le prese d’aria laterali risaltano sul frontale dal grande impatto visivo. Lateralmente, nuova A1 Sportback richiama Audi ur-quattro e Sport quattro con il montante posteriore, ampio e inclinato, conferisce slancio alla vettura, anche da ferma. L’arco del tetto verniciato a contrasto, disponibile in due tinte scure, culmina al vertice dei montanti posteriori facendo apparire ancora più bassa l’auto.

La grafica delle luci diurne dei gruppi ottici full LED (a richiesta) prende spunto dai cosiddetti hydrofoil, forme alari tipiche dello sport velistico che accentuano la larghezza della vettura. I gruppi ottici posteriori riprendono il medesimo motivo dinamico segmentato, rendendo inconfondibile la firma luminosa di A1.

Nuova A1 Sportback è nettamente più spaziosa rispetto al passato e porta in dote un maggiore comfort per il conducente e i passeggeri. A dispetto delle dimensioni compatte e della linea sportiva, i passeggeri posteriori godono di ampio spazio per la testa e le gambe. Il volume del vano bagagli cresce di 65 litri: in configurazione standard ha una capienza di 335 litri, mentre con lo schienale posteriore abbattuto arriva a 1.090 litri. La soglia di accesso a solo 67 centimetri da terra risulta particolarmente bassa e comoda.

Nuova Audi A1 Sportback è “nativa digitale”. La dotazione di serie della versione d’accesso può contare sulla strumentazione integralmente digitale, forte di uno schermo ad alta risoluzione da 10,25 pollici, nonché sul volante multifunzione. L’Audi virtual cockpit (a richiesta) visualizza una nutrita gamma d’informazioni nel campo visivo del conducente: dalla navigazione adattiva ai contenuti dell’infotainment, inclusi i servizi Audi connect e le rappresentazioni grafiche dei sistemi di assistenza al conducente.Audi A1 Sportback

I sistemi di assistenza al conducente di Audi A1 Sportback derivano dalle vetture di categoria superiore. Oltre a mantenere l’auto alla corretta distanza dal veicolo che precede, agevolano il conducente nel restare all’interno della corsia e supportano in fase di parcheggio. L’assistenza al mantenimento della corsia lane departure warning (di serie) si avvale di una telecamera che rileva la segnaletica orizzontale a partire da una velocità di 65 km/h, portando in dote interventi correttivi allo sterzo e apposite vibrazioni. Il limitatore di velocità, anch’esso di serie, evita che A1 Sportback superi i limiti impostati. Audi pre sense front è incluso nella dotazione base. Il sensore radar riconosce eventuali situazioni critiche che coinvolgono altri veicoli, pedoni o ciclisti, anche quando la visibilità è scarsa. Quando Audi pre sense front rileva un pericolo di collisione, avvisa il conducente in base a una strategia graduale. In assenza di una reazione agli avvisi ottici e acustici, il sistema attiva una breve pressione frenante. Se la criticità perdura, l’auto rallenta automaticamente in base alla situazione e alle condizioni ambientali, frenando sino al completo arresto qualora si proceda a bassa andatura. L’Adaptivecruise control, basato anch’esso sulla tecnologia radar, mantiene Audi A1 Sportback alla distanza desiderata rispetto al veicolo che precede: il conducente può impostare la distanza su cinque livelli e definire l’accelerazione tramite i programmi dell’Audi drive select. Se la vettura è dotata della trasmissione S tronic, il sistema è attivo in una gamma di velocità compreso tra 0 e 200 km/h, mentre con il cambio manuale il sistema interviene a partire da 30 km/h. In condizioni di traffico normali, la funzione Stop & Go (in abbinamento al cambio S tronic) è in grado di frenare Audi A1 Sportback sino al completo arresto alle spalle del veicolo che precede. Se il conducente preme il pedale del freno dopo che la vettura si è fermata, il sistema rimane attivo: in caso contrario, viene disattivato dopo tre secondi.

La carrozzeria della nuova A1 Sportback è costituita da componenti in acciaio sagomato a caldo. Tale materiale composito ad altissima resistenza costituisce il 27% della scocca, garantendo un’eccellente sicurezza passiva oltre a un’elevata rigidità torsionale. La carrozzeria rigida e la qualità di assemblaggio senza compromessi assicurano precisione di guida e assenza di risonanze. Piuttosto curata la profilatura aerodinamica con un Cx di 0,31.Audi A1 Sportback

La vettura dispone di una gamma motori solo a benzina con un livello di potenza spaziante da 95 a 200 Cv. A alla base della gammavi sono le unità a tre cilindri da un litro e 116 Cv (30 TFSI), mentre in vetta alla gamma  vi sono i quattro cilindri con cubatura di 1,5 litri e 150 Cv (35 TFSI) o di 2 litri e 200 Cv (40 TFSI). A questi propulsori seguirà la versione da 95 Cv del 1.0 TFSI (25 TFSI). Tutti i motori si avvalgono della sovralimentazione mediante turbocompressore, dell’iniezione diretta e del filtro antiparticolato. Per tutti i propulsori, Audi propone un cambio manuale o la trasmissione S tronic a doppia frizione a 7 rapporti. Unica eccezione il 40 TFSI, abbinato di serie a un cambio S tronic a 6 marce.

Lo schema delle sospensioni prevede all’avantreno una struttura McPherson con bracci trasversali triangolari inferiori e supporti oscillanti in alluminio abbinati a molle elicoidali con ammortizzatori telescopici a gas. Al retrotreno viene adottato un leggero e compatto assale a ruote interconnesse con barra stabilizzatrice integrata. Disponibili tre varianti d’assetto. Alla versione base si affianca il setup sportivo, disponibile a richiesta, che in abbinamento agli ammortizzatori regolabili diviene la configurazione top di gamma. La stabilità in rettilineo e il comportamento neutrale in curva sono frutto della combinazione con il servosterzo elettromeccanico adattabile in funzione della velocità.

Audi offre un’ampia gamma di cerchi con diametri di serie da 15, 16 o 17 pollici in funzione delle motorizzazioni. A richiesta o inclusi nelle dotazioni delle versioni advanced, admired ed S line edition sono disponibili cerchi in lega da 15 a 18 pollici, compreso un cerchio da 17 pollici con inserti color nero o grigio platino.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata