Olimpiadi 2026, Zaia presenta a Tokio il logo di Milano-Cortina

Zaia: «siamo una comunità che ama e vuole le Olimpiadi invernali». 

0
298
logo di Milano-Cortina

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, è intervenuto a Tokio all’assemblea Comitati olimpici del Cio, per presentare e sostenere la candidatura e il logo di Milano-Cortina a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026.

Salutando il presidente del Cio, Thomas Bach, e i membri del Comitato Olimpiaco Internazionale, Zaia si è detto «molto lieto e orgoglioso di questa importante opportunità che ci viene offerta di fornire maggiori dettagli sul progetto olimpico e paralimpico di Milano-Cortina 2026. Questo è un sogno che vogliamo trasformare in realtà, 70 anni dopo l’indimenticabile edizione di Cortina 1956, i primi Giochi olimpici mai ospitati in Italia. Il maestoso scenario delle Alpi e in particolare delle Dolomiti, patrimonio mondiale dell’Unesco, con la ricchezza culturale di Milano, saranno la forza per i Giochi 2026».logo di Milano-Cortina

Zaia ha poi ricordato che «Cortina, la “Regina delle Dolomiti”, è l’unica località italiana inclusa nel “Best of the Alps”, i 12 resort di montagna più belli delle Alpi. Con Milano, candidiamo le Dolomiti, uno degli hub sciistici più grandi ed efficienti del mondo, che accoglie in perfetto equilibrio tra ambiente e sviluppo».

Zaia ha tenuto a sottolineare con forza che «questa una candidatura parte dal basso. Di fronte a Voi c’è dunque tutta una comunità, che le Olimpiadi le ama e le vuole. Cortina e Milano daranno vita a un concetto innovativo di Giochi completamente in linea con le indicazioni del Comitato Olimpico Internazionale; la sua agenda 2020, caro Presidente Bach, si trasformerà in realtà».

Caratterizzando il progetto italiano di Milano-Cortina, Zaia ha precisato che «nel costruire la nostra candidatura, siamo partiti dalle considerazioni e dalle indicazioni del Comitato Olimpico Internazionale: progetti a misura d’uomo, niente realizzazioni faraoniche, niente sprechi di denaro e di energie, niente cattedrali  nel deserto che, finiti i giochi, rimangano inutilizzate. Per questi obiettivi, è importante ricordarvi che Cortina ospiterà, 5 anni prima dei Giochi olimpici, i mondiali di Sci 2021, per i quali sono già in corso importanti lavori di ammodernamento di piste, impianti e infrastrutture per 242 milioni di euro».

Secondo il governatore del Veneto, «i giochi invernali per noi non sono affatto un problema, bensì una opportunità, e siamo orgogliosissimi di ospitarli e siamo pronti a dimostrare che questi Giochi Olimpici invernali saranno una grande, utile e rispettosa valorizzazione dello Sport, e della Comunità che li ospiterà. Attendiamo con ansia la vostra decisione – ha concluso Zaia rivolgendosi al presidente Bach e ai membri del Cio – rispetto a una candidatura nella quale crediamo fortemente».

All’evento giapponese è stato anche svelato il logo di Milano-Cortina: una montagna stilizzata a raffigurare il Duomo di Milano con le sue tipiche guglie con una pista da sci tricolore.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata