Approvato a tempo di record il bilancio regione Veneto 2019

Confermato anche per il 2019 il livello zero delle addizionali regionali. Zaia: «per l’ottavo anno siamo l’unica regione tax free». Forcolin: «bilancio approvato in largo anticipo». 

0
345
bilancio regione veneto
Gianluca Forcolin e Luca Zaia

Dopo cinque sedute fiume, il Consiglio regionale ha concluso la maratona sul bilancio regione Veneto iniziata ai primi di dicembre, approvando la manovra finanziaria 2019 con 27 voti a favore, 12 contrari e 3 astenuti. Per l’esercizio finanziario 2019 sono previste entrate di competenza per euro 17.363.240.695,46 e di cassa per euro 21.759.211.374,59 e autorizzati impegni di spesa per euro 17.363.240.695,46 e pagamenti per euro 21.759.211.374,59.

«Un risultato strepitoso, accompagnato da un grande segnale di efficienza con l’approvazione della manovra finanziaria veneta per il 2019 in anticipo di venti giorni rispetto a fine anno,  e la conferma del Veneto come l’unica Regione d’Italiatax free”, capace per l’ottavo anno consecutivo di non mettere le mani nelle tasche dei veneti con proprie tasse. Il che significa che in quelle tasche lasciamo più di 1.150 milioni anche per il 2019. Niente addizionali Irpef regionali ai Veneti non è uno slogan, è una difficile promessa mantenuta anche in questa occasione» ha detto soddisfatto il governatore della regione, Luca Zaia, all’approvazione, avvenuta in Consiglio, del Bilancio di previsione della Regione Veneto.

«E’ anche un bilancio in linea con le esigenze dei tempi e della gente – aggiunge il Governatore – che contiene risposte per i territori e per le persone: attenzione alle fasce deboli, welfare, sociale, sanità, messa in sicurezza di infrastrutture e ponti, difesa idrogeologica, importanti stanziamenti di compartecipazione per attrarre fondi europei. E’ stato fatto un gran lavoro, in tempi difficili, nei quali l’attenzione a ogni euro che si spende, cosa che qui non è mai mancata, costituisce un obbligo morale, oltre che amministrativo».

«Rivendichiamo con orgoglio i tempi record con cui è stata approvata la manovra di bilancio, che metterà a disposizione già dal primo gennaio risorse importanti per il tessuto socio-economico veneto» evidenzia il vicepresidente e assessore al bilancio, Gianluca Forcolin, dopo l’approvazione del bilancio previsionale con largo anticipo rispetto al passato. «Sottolineo – aggiunge – che il Veneto resta regionetax free” e può contare su un bilancio sobrio ma nello stesso tempo rispondente ai grandi temi indicati nel programma di legislatura del presidente Zaia».

Tra le voci di spesa o d’investimento più importanti del bilancio regione Veneto 2019, i 31 milioni di euro a sostegno delle scuole paritarie; gli 11 milioni di euro in campo sociale in favore di non autosufficienti; i 65 milioni di euro (ormai +15 mln rispetto al 2016) per il cofinanziamento dei programmi comunitari (FSE, FESR, FEARS e FEAMP) per raggiungere la performance massima nell’attuazione dei programmi comunitari; 24 milioni di euro sono stanziati nel 2019 per il sistema della formazione professionale; 20 milioni di euro nel 2019 per la prevenzione e la riduzione del rischio idraulico e idrogeologico; 30 milioni di euro annui per la mobilità ferroviaria; 10 milioni di euro nel biennio 2019-2020 per la messa in sicurezza dei viadotti; 160 milioni di euro nel 2019 per la Pedemontana; 20 milioni di euro nel triennio 2019-2021 per la tangenziale di Vicenza; 8 milioni di euro per interventi a favore della mobilità e della sicurezza stradale: sistemazione viadotti su rete stradale regionale.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata