Arpae: presentato il bilancio di attività 2018 a tutela dell’ambiente dell’Emilia Romagna

Oltre 11.000 ispezioni, 3.500 autorizzazioni, 73.000 analisi di laboratorio nel 2018. Bonaccini: «Arpae fondamentale per una Regione in prima fila per la sicurezza, la legalità, la lotta ai cambiamenti climatici». 

0
232
arpae

Oltre 11.000 ispezioni, 3.500 autorizzazioni, 73.000 analisi di laboratorio nel 2018: sono alcuni numeri dell’attività svolta nel 2018 da Arpae presentati dal presidente della Regione Emilia RomagnaStefano Bonaccini, e dell’assessore regionale all’ambientePaola Gazzolo, con il direttore generaleGiuseppe Bortone, e i tecnici dell’Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia.

«Promuovere lo sviluppo, l’occupazione e l’ambiente con politiche innovative e fortemente coordinate – ha detto il presidente Bonaccini– è l’impegno che questa Regione si è assunta coinvolgendole forze economiche e sociali, a partire dal Patto per il lavoro che ci aiuta ad orientare scelte e investimenti. Il lavoro di Arpae è fondamentale per la buona riuscita di questi obiettivi e per questo voglio ringraziare tutti i lavoratori per l’impegno e la grande professionalità che dimostrano ogni giorno. Stimolare la crescita ascoltando i territori, condividendo priorità e linee di intervento è ciò che rende questa regione credibile e attrattiva, polo non solo di attività scientifiche ma anche di ricerca applicata e di istituzioni di prima grandezza come il Centro europeo di calcolo e Italmeteo».

Altro esempio ricordato: il portale AllertaMeteo, realizzato dalla Protezione civile come riferimento unico e ufficiale della Regione, ora in piena funzionalità, all’avanguardia in Italia per le comunicazioni sulla sicurezza e sulle emergenze. E a proposito del cambiamento climatico, «una sfida sulla quale la Regione è da sempre in prima linea – ha sottolineato l’assessore Gazzolo – a partire dall’adesione dall’accordo internazionale, che ci impegna entro il 2050 a ridurre dell’80% le emissioni in atmosfera, e dall’inserimento dell’Emilia-Romagna nel Comitato per le strategie sul contrasto al cambiamento climatico varato nel recente Forum di Los Angeles. Voglio ringraziare l’Agenzia per i risultati raggiunti – ha concluso Gazzolo – perché la qualità del lavoro svolto è un esempio importante e utile per il nostro Paese e per le politiche pubbliche a vantaggio dell’ambiente».

L’attività di Arpae nel 2018 in cifre vene nel campo della prevenzione ambientale circa 11.200 ispezioni, oltre 2.000 segnalazioni di inconveniente ambientale e circa 330 prescrizioni/asseverazioni emanate (matrici aria, rifiuti e Aia). Nel settore del monitoraggio, sono stati effettuati circa 8.900 campioni e circa 6.300 sopralluoghi. Sono stati rilasciati circa 3.560 atti autorizzativi e circa 130 istruttorie per il rilascio di Via/Vas. L’attività di laboratorio ha riguardato circa 73.000 campioni in ingresso alla rete laboratoristica e circa 9.500 campioni monitoraggio della zanzara tigre.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata