2018, vendite di camion pesanti in crescita (+4,8%)

Decisa crescita delle immatricolazioni di “pesanti” a metano con Iveco che raddoppia le vendite.

0
101
vendite di camion

Il 2018 per il mondo dell’autotrasporto si chiude con un incremento di vendite di camionpesanti” con massa totale a terra uguale o superiore a 16t ha registrato un incremento del 4,8% rispetto al 2017 (con 20.573 unità rispetto alle 19.635), mentre per il segmento tra le 3,5 t e le 16t nell’anno registra un aumento del 5,2% rispetto al 2017 (25.615 unità contro 24.352).

Se il 2018 si chiude complessivamente positivo, a dicembre si è registrata una decisa inversione di tendenza, con una flessione generalizzata di oltre il 20%. «Il dato annuale – commenta Franco Fenoglio, presidente della Sezione veicoli industriali di UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – indica un mercato in sostanziale tenuta, anche se con una crescita modesta rispetto all’anno precedente. Quello che ci preoccupa è però il dato di dicembre, anche se la caduta di quasi il 20% stimata nel mese non ci ha sorpresi: di fronte all’andamento incerto dell’intero anno e alla tendenza alla diminuzione che si è evidenziata negli ultimi mesi, avevamo paventato quanto è avvenuto, in modo anche più grave del previsto».

Secondo Fenoglio, «le ragioni di tale fenomeno sono riconducibili tanto all’incertezza che caratterizza oggi la situazione economicadel nostro Paese, quanto alla mancata scelta di dotare il comparto dell’autotrasporto di misure strutturali di sostegno, da tempo auspicate da tutti i settori economici interessati, ma mai prese finora in considerazione dal decisore politico, come se l’autotrasporto non fosse un settore strategico, il cui sviluppo verso la maggior sostenibilità complessiva deve essere guidato con attenzione. Per questo affermiamo con forza che occorre provvedere innanzitutto a rinnovare un parco ampiamente obsoleto, la cui anzianità media continua a crescere, con conseguenze disastrose sui livelli di inquinamento e sulla sicurezza».

Nel 2018 si è registrato un vero e proprio boom delle motorizzazioni alternative anche nel campo dei “pesanti”, con Iveco che ha raddoppiato le vendite dei propri camion a metano liquido. Lo Stralis NP da 460 Cv è passato dalle 563 vendite del 2017 alle oltre 1.000 del 2018, grazie alle prestazioni ecologiche di questi mezzi che garantisce il 90% in meno di NO2, il 99% in meno di PM e, con il biometano, il 95% in meno di CO2 rispetto alle equivalenti versioni diesel.

I volumi di vendita confermano ancora una volta che il gas naturale rappresenta la più efficace alternativa al diesel, consente una circolazione libera anche lungo le percorrenze soggette ai severi vincoli imposti dalle norme antinquinamento e fa dei mezzi LNG una categoria privilegiata in paesi come la Germania, dove sono esonerati dal pagamento dei pedaggi.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata