Revisione periodica Tir, scattano le nuove norme

La legge di Bilancio 2019 innova rispetto alla situazione precedente, estendendo la possibilità di effettuare il controllo periodico anche presso le officine private.

0
469
revisione periodica

Novità in vista per assicurare più sicurezza sulle strade, specie per i mezzi pesanti, con nuove regole per la revisione periodica che la legge di Bilancio 2019 rende effettuabili anche presso le officine private.

Fino ad ora, i mezzi pesanti con Ptt superiore a 3,5 ton. la revisione periodica era effettuabile solo presso le strutture della Motorizzazione e ciò, in certe zone d’Italia, comporta attese decisamente lunghe, anche fino a 10 mesi, oltre a doversi recare nei capoluoghi di provincia dove solitamente ha sede la delegazione provinciale della Motorizzazione. Con tutto quel che ne comporta all’atto pratico, sia in termini di perdita di tempo che nell’impossibilità di circolare all’estero con in mano solo l’attestazione dell’avvenuta presentazione della richiesta di revisione e contestuale prenotazione a data futura. In più, il fatto che questo sistema dava dato modo ai soliti furbetti con mezzi in condizioni di sicurezza precarie di effettuare la richiesta di revisione presso le Motorizzazioni più in difficoltà con lo smaltire le richieste che così potevano circolare indisturbati per parecchi mesi, anche se mettendo a rischio l’incolumità degli altri utenti della strada.

La legge di Bilancio 2019 ha innovato questa normativa con i commi 1049 e 1050 che vanno a modificare l’art. 80 del Codice della Strada, aprendo il settore delle revisioni dei mezzi pesanti anche alle officine private, previo accreditamento tecnico presso la stessa Motorizzazione. Di fatto, si viene a realizzare per i camion quanto già avviene per i veicoli leggeri fino a 3,5 tonn.

Ora tocca al ministero delle Infrastrutture e Trasporti rendere operative le nuove norme, stabilendo le modalità e i dettagli tecnici per le officine private per l’effettuazione delle revisioni. Dal nuovo regime restano esclusi i camion che trasportano merci pericolose o deperibili.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata