Presentata la nuova Veneto Film Commission

Corazzari: «nuovo consiglio di amministrazione presieduto da Luigi Bacialli che farà crescere le professionalità tecniche ed artistiche sul territorio».

0
333
Veneto film commission
Cda Veneto Film Commission. Da sx, Vittorio Dalle Ore, Giacomo Brunoro, Giulia Lavarone, Cecilia Valmarana, Cristiano Corazzari, Luigi Bacialli

L’assessore alla cultura e al territorio della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, ha presentato a Venezia i componenti consigliod’amministrazione della FondazioneVeneto Film Commission”, nominati dalla Giunta regionale il mese scorso, composto dal presidente Luigi Bacialli (giornalista) e dai consiglieri Cecilia Valmarana (responsabile di Rai Movie), Giulia Lavarone (docente di cinema e turismo all’Università di Padova), Giacomo Brunoro (autore e consulente editoriale) e Vittorio Dalle Ore (imprenditore).

«Veneto Film Commission è un traguardo e nel contempo un punto di partenza – ha sottolineato Corazzari -. Un traguardo perché stavamo da tempo lavorando alla creazione di questa Fondazione che ha essenzialmente il compito di far crescere l’industria del cinema nella nostra regione; un punto di partenza perché, con l’insediamento del nuovo consiglio, ci mettiamo in moto subito per raggiungere i due principali obiettivi che ci siamo posti: da una parte costruire una nuova gestione, mettendo a sistema tutti i soggetti che operano nel settore; dall’altra promuovere e attrarre nel territorio la produzione, nazionale e internazionale, di opere cinematografiche, televisive e audiovisive».

Secondo Corazzari «a questo qualificato e variegato gruppo di esperti affidiamo l’incarico di far maturare le professionalità tecniche ma anche artistiche presenti nel Veneto, le maestranze ma anche gli attori, e di favorire lo sviluppo dell’imprenditorialità legata al cinema. Innumerevoli sono le ricchezze del nostro territorio da far conoscere e tra queste annovero anche il carattere dei veneti. È tempo e ora di superare i vecchi stereotipi con cui ci si dipingeva, diffondendo l’immagine di una regione moderna, efficiente e vincente».

Il nuovo presidente di Veneto Film Commission Bacialli ha detto che il consiglio è impegnato a «creare una rete fitta di rapporti, inizialmente a livello locale per poi espandersi anche in ambito internazionale, confrontandosi con le produzioni interessate a investire nel Veneto. Il primo obiettivo è quello della qualità, premiando l’impegno e il merito dei progetti che ci verranno proposti, se serve anche dicendo dei no».

«Il cinema è una risorsa culturale ed economica – ha ricordato Corazzari – e per potenziarla la Regione ha destinato ben 5 milioni di fondi comunitari del POR FESR a sostegno delle produzioni cinematografiche, per valorizzare le ambientazioni venete, per rafforzare la competitività delle imprese di settore, per accrescere l’occupazione. Abbiamo già approvato il primo bando che mette a disposizione 1,35 milioni di euro per sostenere opere di filmiche e di animazione e 150.000 euro per la produzione di documentari e cortometraggi, prevedendo la concessione di contributi a fondo perduto».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata