Bilancio a 4Ruote: analisi della filiera automotive italiana

Presentato il primo studio sul comparto realizzato da CDP, SACE SIMEST e ANFIA, in collaborazione con AlixPartners, che “vale” 93 miliardi di euro di fatturato e 250.000 addetti.

0
409
bilancio a 4ruote

Cambiamento, innovazione, tecnologia: sono le parole chiave di “Bilancio a 4Ruote. Cambio di marcia: la filiera dell’automotive di fronte alle sfide del mercato globale”, il primo studio sull’automotive italiano realizzato da CDP, SACE SIMESTANFIA, in collaborazione con AlixPartners.

Bilancio a 4Ruote” rappresenta uno strumento utile per analizzare i principali filoni di cambiamento del settore, con un’analisi comparata dei bilanci dei 50 principali attori della filiera italiana e una panoramica delle soluzioni assicurative e finanziarie del Gruppo CDP per sostenerne i piani di crescita e gli investimenti e restare al passo con il mercato.

«L’automotive rappresenta una parte rilevante del patrimonio industriale del Paese, con importanti riflessi sull’economia nazionale anche in termini di indotto – ha detto l’amministratore delegato  di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo -. Con il nuovo piano industriale, Cassa Depositi e Prestiti si rivolge per la prima volta a tutte le imprese, dalle grandi alle piccole, e grazie ad un’offerta integrata e capillare di prodotti sarà in grado di offrire un supporto concreto anche alle numerose PMI che fanno parte, in modo sia diretto che indiretto, della filiera di produzione degli autoveicoli».

L’automotive è un anello chiave dell’industria italiana: con 93 miliardi di euro di fatturato – da solo equivale al 5,6% del Pil italiano – dà occupazione a ben 250.000 addetti, pari al 7% dell’intero settore manifatturiero. Oggi tale comparto è chiamato ad affrontare nuove sfide per mantenere un ruolo centrale nell’economia italiana: “Bilancio a 4Ruote” evidenzia lo spostamento di produzione e consumi sempre più verso Est, l’incognita dei dazi USA e una vera e propria rivoluzione tecnologica che sta investendo i diversi ambiti di quest’industria, con impatti sull’intera filiera.

A questo link è consultabile lo studio completo.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata