Granarolo lancia la bottiglia R-Pet per il latte con il 20% di plastica riciclata

Primo esempio di economia circolare in Italia legato agli alimenti. Nel secondo semestre 2019 tale percentuale crescerà al 25%. 

0
373
bottiglia r-pet

Il gruppo emiliano Granarolo SpA lancia sul mercato da marzo la prima bottiglia R-Pet per latte in Italia con il 20% di plastica riciclata. Il processo, in ottica di economia circolare, prevede il riutilizzo delle bottiglie di latte in Pet recuperate attraverso la raccolta differenziata, igienizzate e trasformate in nuove bottiglie.

La bottiglia R-Pet così ottenuta riduce la produzione e l’utilizzo di nuova plastica da fonti non rinnovabili perché costituita dal 20% di plastica riciclata. Le bottiglie di latte R-Pet Granarolo vengono immesse sul mercato per la prima volta in Italia nel contesto della campagna di valorizzazione e rilancio del latte Uht, italiano di filiera, garantito e sostenibile. E già dal secondo semestre 2019 passeranno a un 25% di plastica riciclata.

«Questa è la prima di una serie di importanti iniziative che ci vedranno lavorare anche al fianco di Conai e Coripet», sottolinea il presidente di Granarolo, Gianpiero Calzolari. Le referenze di prodotto coinvolte nell’iniziativa sono tre.

La valenza ambientale della nuova bottiglia è evidenziata anche nell’etichetta che contiene messaggi informativi relativi alla raccolta differenziata e al riciclo dei contenitori a fine vita. Il piano prevede nel tempo anche altre azioni sulla riduzione della materia plastica delle bottiglie, delle vaschette e dei film flessibili e il passaggio a materiali riciclabili sulle referenze che oggi utilizzano multimateriali.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata