Enel Produzione trasforma in hub logistico l’ex centrale elettrica di Carpi

Frutto del programma Futur-e, all'insegna della sostenibilità ambientale. 

0
445
ex centrale elettrica di Carpi

Dove prima c’era una centrale elettrica ora sorge un innovativo polo logistico: così Enel Produzione ha dato nuova vita all’area dell’ex centrale elettrica di Carpi, a Fossoli, nel Modenese. Qui turbine e serbatoi hanno lasciato il posto ad una struttura di 20.000 metri quadri coperti, dotata di aree esterne di stoccaggio e pronta ad ospitare uno dei due hub logistici del Nord Italiadel gruppo Enel.

L’iter di riqualificazione del sito, durato meno di 2 anni, è avvenuto nell’ambito del programma Futur-e con cui Enel Produzionesta individuando soluzioni all’avanguardia per far rinascere 23 ex centrali e una ex area mineraria in dismissione sul territorio nazionale.

«Il mondo dell’energia sta cambiando, per l’attenzione che c’è sull’efficienza energetica – ha spiegato Luca Solfaroli Camillocci, responsabile Enel Produzione -, ma sta cambiando in maniera importante anche il modo di produrre energia, con la crescita della produzione rinnovabile. E noi di Enel vogliamo essere gli attori protagonisti di questa trasformazione: l’obiettivo è arrivare entro il 2050 avendo tutta l’energia che produciamo, in Italia e nel mondo, a carattere rinnovabile».

Due le linee guida per la riconversione del sito carpigiano, che per primo ha chiuso i cantieri: sostenibilità ed economia circolare. Nella fase di progettazione è stato utilizzato un modello digitale (Bim) che rende disponibili informazioni e rappresentazioni 3D dell’intero ciclo di vita dell’opera, permettendo di gestire in maniera più efficiente il cantiere e il polo logistico.

Grazie alle demolizioni selettive, sono state recuperate circa 3.700 tonnellate di materiali metallici e sono state riutilizzate sul posto 7.000 tonnellate di calcestruzzo frantumato. Tra le soluzioni sostenibili adottate per il polo logistico ci sono sistemi di recupero e gestione delle acque piovane. Per quanto riguarda invece l’aspetto energetico, l’illuminazione utilizza tecnologia Led e la mobilità interna è a zero emissioni. Dieci milioni l‘investimento di Enel sul sito, dove troveranno lavoro 30 persone.

«Grazie a questo progetto un pezzo del nostro territorio è stato recuperato – ha detto il sindaco di Carpi, Alberto Bellelli – connotandolo in modo strategico come una sorta di buona prassi nell’ambito dell’economia circolare, che permette di utilizzare al meglio le risorse in modo sostenibile».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata