Infrastrutture dell’Emilia Romagna: incontro tra il ministro Toninelli, Bonaccini e Merola

Bonaccini: «vertice molto positivo, una spinta in avanti decisiva per la realizzazione di opere strategiche come Passante di Bologna e Campogalliano-Sassuolo».

0
183
infrastrutture dell'emilia romagna

Infrastrutture dell’Emilia Romagna: passo in avanti sulla soluzione dei nodi che interessano la regione dopo il vertice a Roma tra il ministrodelle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, e il presidente della Regione, Stefano Bonaccini con il sindaco di Bologna e della città metropolitana, Virginio Merola.

«E’ stato un incontro molto positivo, dal quale arriva una spinta in avanti decisiva per la realizzazione di opere che riteniamo strategiche e fondamentali, insieme ai territori e a tutte le parti sociali, sindacati e imprese – dicono Bonaccini e Merola -. Riconosciamo che è stato condotto un lavoro di analisi costi e benefici serio, che ha dato riscontro positivo alle nostre proposte».

La delegazione regionale è stata completata dagli assessori Raffaele DoniniIrene Priolo Marco Monesi, e il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Michele Dell’Orco. L’incontro ha permesso di fare un importante passo avanti verso la realizzazione del Passante di Bologna e della bretella Campogalliano-Sassuolo. Su entrambi gli interventi, sono state illustrate le proposte del ministero introdotte sul progetto originario dopo l’analisi costi-benefici.

«E’ molto importante – affermano Bonaccini Merola in merito al Passante di Bologna, del quale è stata fatta salva la procedura di Valutazione di impatto ambientale, senza quindi azzeramento dei tempi – che le soluzioni prospettate dalla struttura tecnica del ministero e dallo stesso ministro contemplino le esigenze del progetto originale riguardo alle necessità del traffico in autostrada e nella tangenziale di Bologna, oltre a quelle relative alla sicurezza. Le proposte analizzate durante la discussione confermano le soluzioni di mitigazione ambientale e le opere di adduzione. A questo proposito, il ministro, con soddisfazione dei presenti, ha espresso la disponibilità a impiegare i risparmi derivanti dalle nuove soluzioni in ulteriori interventi di mitigazione ambientale nelle aree interessate dal Passante. Regione, comune di Bologna e città metropolitana, dopo avere sottolineato gli aspetti positivi dell’incontro, attendono ora l’apertura della Conferenza dei servizi, che lo stesso ministro ha dichiarato di volere convocare a breve».

«Molto positivo anche l’esito sulla bretella Campogalliano-Sassuolo – prosegue Bonaccini -. L’analisi del ministero conferma sostanzialmente la bontà del progetto: dunque, l’opera va avanti. Il ministero sta infatti completando la validazione del progetto esecutivo. In tempi che a questo punto si prospettano veloci, l’opera sarà autorizzata e potrà aprire il cantiere».

Ancora nessuna valutazione sull’autostrada regionale Cispadana, con i tecnici ministeriali che al momento hanno completato l’analisi su Passante di Bologna e Campogalliano-Sassuolo. «In ogni caso – prosegue Bonaccini – abbiamo colto l’occasione per sollecitare sblocco del rinnovo della concessione, di fronte a un’opera strategica, per la quale la Regione è pronta a fare in pieno la sua parte».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata