Friuli Venezia Giulia nel 2019 più treni storici per 32 località della regione

Presentato il programma delle corse storiche. Pizzimenti: «investimestimento per soddisfare una crescente richiesta del turismo e non solo».

0
332
treni storici

Presentato a Udine il programma dei treni storici per il 2019, in collaborazione con Trenitalia, Fondazione Fs Italiane, Ferrovie Udine-Cividale (Fuc), PromoTurismoFvg e le aziende di trasporto pubblico locale.

«Visto il risultato raggiunto nel 2018 abbiamo voluto aumentare il numero dei treni e investire maggiormente su questo progetto turistico che pone al centro le infrastrutture ferroviarie, con un successo determinato dal coinvolgimento diretto del territorio, dei sindaci, delle associazioni e delle loro proposte» ha detto l’assessore regionale alle infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti -. È una manifestazione avviata lo scorso anno in via sperimentale che ci ha dato grandi soddisfazioni  poiché consente di mettere in evidenza le eccellenze della nostra regione con l’intento di stimolare anche una microeconomia locale e indurre i visitatori a tornare».

La Regione Friuli Venezia Giulia ha investito 420.000 euro su questo progetto, capace di coinvolgere 32 località che, al passaggio dei treni storici, ospitano iniziative correlate, con l’intento di sostenere la promozione del patrimonio naturalistico, ambientale, storico ed enogastronomico regionale.

Il programma include 26 treni storici (erano 20 nel 2018), di cui 11 a vapore, con la conferma di tutti i 16 treni già previsti lo scorso anno sulla linea Sacile-Gemona, e portando da 4 a 10 i treni sulle altre linee regionali. Uno o più treni sono correlati alle manifestazioni principali dei quattro capoluoghi: la Barcolana a Trieste, il festival internazionale èStoria a Gorizia, la manifestazione enogastronomica Friuli Doc a Udine e il festival #Pordenoneviaggia a Pordenone.

Il programma si apre domenica 31 marzo con il treno delle Città Unesco, in occasione della Unesco Cities Marathon, quando oltre alla maratona podistica, che unisce i tre siti patrimonio dell’umanità di Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia, un convoglio ferroviario partirà da Trieste e toccherà Palmanova, Udine e Cividale, in collaborazione con Fuc. Sarà possibile effettuare due visite guidate alla scoperta di itinerari inconsueti che includono le gallerie delle fortificazioni veneziane nella città stellata, il Duomo, i musei e due mostre nella città ducale.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata