I soci Volksbank approvano il bilancio 2018 con un utile netto di 34,3 milioni di euro

Distribuiti dividendi per oltre 13 milioni di euro. Nominato il nuovo Collegio sindacale presieduto dalla commercialista Astrid Kofler. 

0
478
Volksbank banca popolare dell'alto adige
Volksbank presidente Othmar Michaeler (a sx) e il direttore generale, Johannes Schneebacher.jpg

L’assemblea dei soci di Volksbank Banca popolare dell’Alto Adige ormai attiva su gran parte del NordEst ha approvato il bilancio 2018 con la partecipazione di oltre il 22% del capitale.

Volksbank ha chiuso l’esercizio 2018 con un ottimo risultato di bilancio. «Abbiamo realizzato un utile netto di 34,3 milioni di euro, un obiettivo ambizioso che l’anno passato abbiamo annunciato e saputo raggiungere. Volksbank quindi si rafforza come Banca regionale di riferimento del NordEst» ha detto il presidente Otmar Michaeler.

Il 2018 di Volksbank ha visto la crescita del totale attivo di bilancio che supera per la prima volta la soglia di 10 miliardi, grazie alla crescita del core business, che ha visto lo sviluppo delle quote di mercato nel bacino d’utenza, sia per le imprese sia per le famiglie.

Il ROTE (return on tangible equity/rendimento del patrimonio netto tangibile) si attesta al 4,9% (3,2% nel 2017). La forte crescita dei finanziamenti in bonis a clientela (6,8 mld euro/+9,0%) e della raccolta (7,7 mld euro/+4,5%), si è riflessa positivamente sul margine di interesse (165,4 mln euro/+8,9%) e sulle commissioni nette (89,1 mln euro/+1,0%).

La quota dei crediti deteriorati (NPL/non performing loans) rispetto al totale dei crediti lordi si attesta all’8,7% in riduzione rispetto al 12,9% di fine 2017. Il valore è in linea con quello di fine 2014 (9,1%) subito prima dell’incorporazione del gruppo Banca Popolare di Marostica.

«In base all’utile netto di 34,3 milioni di euro, il consiglio ha proposto all’assemblea di distribuire un dividendo di 0,27 euro/azione, complessivamente oltre 13 milioni di euro» ha detto Michaeler. La quota di utile non distribuita è imputata a riserva per rafforzare il patrimonio netto di Volksbank. L’assemblea dei soci ha approvato a larga maggioranza la proposta, ha deliberato il bilancio e ha preso atto della “Rendicontazione non finanziaria” (Bilancio di sostenibilità).

Michaeler e il direttore generale, Johannes Schneebacher, hanno presentato ai soci una panoramica sull’anno in corso: «il nuovo esercizio è iniziato molto bene; vogliamo rafforzare ulteriormente il nostro core business – ha sostenuto Michaeler -. Il piano industriale continua a puntare sul modello di business di banca regionale profondamente radicata nel NordEst. Attraverso una crescita solida e sana, puntiamo all’acquisizione di nuove quote di mercato nel bacino d’utenza attuale».

L’assemblea dei soci Volksbank ha poi eletto un nuovo collegio sindacale per il triennio 2019-2021, nominando la lista di Astrid Kofler, Georg Hesse ed Emilio Lorenzon. La commercialista Astrid Kofler è la prima donna a far parte del collegio sindacale della banca – e in quanto prima della lista, in qualità di presidente.

L’assemblea ha deciso – previa autorizzazione da parte delle Autorità – di istituire un Fondo acquisto azioni proprie, al fine di supportare la liquidità dell’azione Volksbank sulla piattaforma Hi-MTF. La compravendita sulla piattaforma sarà garantita da una società terza indipendente con un importo massimo di 5 milioni di euro. Il Fondo non sarà attivo nell’immediato, in quanto sono da perfezionare i presupposti formali.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata