Audi SQ5 TDI: sportività in abito Diesel

Potente motore V6 3.0 TDI da 347 CV e 700 Nm di coppia, compressore ad azionamento elettrico, turbocompressore e tecnologia mild-hybrid a 48 Volt. 

0
318
Audi SQ5 TDI

Arriva in Italia la nuova Audi SQ5 TDI, versione Diesel ad alte prestazioni del SUVmedio”. Il motore 3.0 V6 TDI da 347 Cv, 700 Nm di coppia costanti da 2.500 a 3.100 giri/min e doppia sovralimentazione con il compressore ad azionamento elettrico che si affianca al classico turbocompressore a gas di scarico. Un’iniezione di cavalli capace di accelerare da 0 a 100 km in 5,1 secondi, mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h a fronte di consumi nel ciclo combinato di 8,1-8,7 litri di carburante ogni 100 chilometri.

Per nuova Audi SQ5 TDI, la Casa ha ulteriormente sviluppato il sistema propulsivo di SQ7 TDI. La rete elettrica di bordoprincipale a 48 Volt porta in dote il sistema mild-hybrid e il compressore ad azionamento elettrico. Quest’ultimo supporta il turbocompressore a geometria variabile – annullando il ritardo di risposta del propulsore alle pressioni dell’acceleratore – ogni qualvolta i gas di scarico forniscono una spinta insufficiente per una rapida e possente sovralimentazione. Il sistema MHEV, il cui cuore è un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore, può ridurre i consumi nelle condizioni di marcia reali sino a un massimo di 0,7 l/100 km.Audi SQ5 TDI

Il motore V6 3.0 TDI è stato affinato rispetto alla precedente generazione. Albero motore, pistoni, bielle e sistema di lubrificazione sono stati riprogettati. Il basamento e la testata possono contare su circuiti di raffreddamento separati, grazie ai quali il propulsore raggiunge rapidamente la temperatura d’esercizio ottimale dopo l’avviamento a freddo. Il flusso del liquido di raffreddamento, indirizzato verso il radiatore dell’olio, il compressore elettrico, l’RSG e il turbo, viene adattato in funzione delle esigenze. Il grande turbocompressore a gas di scarico genera una pressione massima di sovralimentazione di 2,4 bar.

La trasmissione di nuova Audi SQ5 TDI si affida a un cambio automatico tiptronic a otto rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, chiamato a lavorare in abbinamento alla trazione integrale permanente quattro. In condizioni di marcia ordinarie, il differenziale centrale autobloccante ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. In caso di perdite d’aderenza, la maggior parte della spinta viene trasferita verso l’assale che garantisce una superiore trazione: fino a un massimo del 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno.Audi SQ5 TDI

La sportività di nuova Audi SQ5 TDI è rafforzata dalla raffinata architettura delle sospensioni a cinque bracci sia all’avantreno sia al retrotreno e dalla disponibilità tanto dello sterzo dinamico che, grazie a un riduttore ad albero, varia il rapporto di trasmissione in funzione della velocità e dell’angolo di sterzata, quanto del differenziale sportivo in corrispondenza dell’assale posteriore. Gli ammortizzatori regolabili, che comportano un ribassamento dell’assetto di 30 mm rispetto a Q5 standard, sono di serie. La taratura degli ammortizzatori regolabili è integrata nel sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select (di serie). I programmi opzionabili influiscono anche sul differenziale sportivo, il motore, lo sterzo e il cambio tiptronic. A richiesta, sono disponibili le sospensioni pneumatiche adaptive air suspension con specifiche S che, oltre alla taratura di molle e ammortizzatori, adattano l’altezza da terra della vettura in funzione delle situazioni di guida.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata