Eufy Security Cam E di Anker: la videosorveglianza domestica intelligente

Una base e due telecamere (espandibili con altri dispositivi) collegate via WiFi per il controllo remoto in alta qualità di ambienti, situazioni e anche animali. 

0
200
Eufy Security Cam E

Tra le tante aree di attività della californiana Anker c’è anche la domotica di sicurezza di Eufy Security che propone il sistema di videosorveglianza EufyCamE estremamente interessante sia per le sue caratteristiche tecniche che per la flessibilità operativa.

Con la soluzione di Anker-Eufy è possibile realizzare un sistema di videosorveglianza a costi davvero ridotti e senza ricorrere ad alcuna impiantistica, visto che il sistema funziona senza fili e con un collegamento alla rete internet per la trasmissione su richiesta dei dati raccolti dal sistema.

La confezione standard di EufyCamE è composta da un’unità centrale che funge da ricevitore/trasmettitore da parte delle due telecamere periferiche (se servono altre unità, sono acquistabili separatamente). L’unità centrale va collegata alla rete internet e a quella elettrica e ingloba una memoria micro Sd da 16 Gb (espandibili fino a 128 Gb). L’unità centrale svolge anche la funzione di antifurto, in quanto può emettere un allarme per scoraggiare eventuali intrusi che viene trasmesso anche alle unità periferiche.

Sia l’unità centrale che le due telecamere sono realizzate con cura dei dettagli (cosa pure valida per la confezione e i relativi accessori in essa contenuti), con materiali di buona qualità. Le due telecamere sono dotate di due diversi tipi di aggancio: uno più solido, a vite, per gli impieghi in esterno e uno magnetico destinato soprattutto per applicazioni negli spazi chiusi. Ma anche senza dovere ricorrere ai supporti, le camere possono essere validamente appoggiate su una mensola od occultate in una libreria.

Tutto l’insieme è allo stesso tempo funzionale ed elegante, grazie al design curato e ai materiali di cui sono fatti i vari elementi del sistema. Come accennato, particolarità del sistema è il funzionamento senza fili tra le telecamere e l’unità centrale. Sul retro delle telecamere è presente un piccolo pulsante per la sincronizzazione con l’unità centrale, oltre ad un ingresso micro Usb per la ricarica (che, secondo il costruttore, è sufficiente per un anno di funzionamento ininterrotto, cosa che non è stato possibile provare nella sessione di prova del prodotto). Proprio l’autonomia determina il peso non trascurabile di ogni singola camera, visto che al suo interno sono celati quattro accumulatori di elevata capacità. Ovvio che in caso di prolungata assenza, è opportuno provvedere ad una ricarica per evitare ogni possibile sorpresa.Eufy Security Cam E

Le camere sono certificate IP-65, costruite con materiale composito ASA di ultima generazione, in grado di funzionare perfettamente sotto la pioggia, durante gli inverni freddi (-20 °C) o nelle estati roventi (50 °C). Si tratta di camere, oltre che per l’uso interno, consigliate anche per l’esterno, quindi da installare in villette nei muri perimetrali.Eufy Security Cam E

L’unità centrale del sistema è invece alimentata dalla corrente elettrica, cosa che in mancanza ne causa l’interruzione del servizio. In questo caso, sarebbe stato utile che anche all’interno dell’unità centrale fosse presente una batteria di servizio, capace di garantire l’alimentazione del sistema per qualche giorno, con parallela segnalazione della mancanza di alimentazione agli utenti del sistema. Parimenti, sarebbe utile fare anche un ulteriore passo in più, integrando nel sistema un’unità di trasmissione dati Gsm in modo da renderla completamente autonoma dalla rete internet domestica, passibile anch’essa di interruzioni.Eufy Security Cam E

L’unità centrale, una volta collegata al modem internet, deve essere abilitata tramite l’app da scaricare sul proprio cellulare, seguendo le istruzioni a schermo, al fine di attivare la sincronizzazione tra il cellulare e l’unità centrale di Eufy. Una volta effettuato, questo, si passa all’abbinamento con le due telecamere. Una volta completato, sullo schermo del cellulare si potranno vedere le immagini in diretta provenienti dalle due telecamere, con la possibilità di attivare anche la funzione audio sia per ascoltare quanto accade all’interno dell’abitazione, sia per parlare con eventuali persone (come potrebbe essere chi suona alla porta) o per rassicurare animali presenti in casa.

In caso di necessità, dalle due camere è possibile fare scattare un segnale di allarme acustico molto forte, da oltre 100 Db, sia in automatico (sempre che l’utente ne abbia abilitato la funzione) che in manuale. A scelta, è possibile attivare anche la rilevazione dei movimenti e di scegliere il comportamento delle singole camere al verificarsi di un movimento. Inoltre, si può scegliere, in caso di rilevazione di movimento, di far registrare un video in alta qualità di qualche secondo oppure ottenere una notifica sul cellulare.

Le due camere hanno un sensore Sony capace di riprendere adeguatamente anche in condizioni notturne e sono in grado di rilevare movimenti fino ad 8 metri di distanza. Il campo dell’obiettivo è grandangolare, tale da coprire un’intera stanza o una vasta area esterna.

Oltre alla registrazione sulla memoria interna, è disponibile (a pagamento: 2,99 dollari/mese o 29.99 dollari/anno) anche un servizio di registrazione sul cloud che permette di mantenere fino a 30 giorni di cronologia dei video registrati.

Ultima nota circa il prezzo: il sistema di base con l’unità centrale e le due telecamere costa 399 euro, mentre il costo di ogni telecamera aggiuntiva è di 199 euro.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

@nestquotidiano

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano

© Riproduzione Riservata