Decolla il riassetto gestionale della Casa di Giulietta, di uno dei simboli di Verona

L’ingresso al Cortile sarà a pagamento. Mox Corporation investirà 5 milioni di euro per la ristrutturazione del percorso di visita e dei servizi. 

0
369
Casa di Giulietta

Al via a Verona la “rivoluzione” alla Casa di Giulietta, uno dei simboli turistici della città. Il progetto, approvato in via preliminare dalla giunta nei mesi scorsi, è stato presentato ufficialmente da Mox Corporation, la società che si farà carico del riordino del cortile e della Casa di Giulietta e della gestione integrata dei servizi. Entro il 30 giugno il Consiglio comunale approverà l’iter, poi a fine estate l’avvio dei cantieri, per non intralciare la stagione turistica, che proseguiranno a stralci per concludersi entro giugno 2020.

Il progetto prevede un investimento da parte di Mox Corporation di oltre 5 milioni di euro, necessari per trasformare l’exPalazzina Armani in sito museale, per adeguare la Casa di Giulietta al nuovo percorso culturale e dotare il sito di servizi e standard di altissima qualità. Il piano contempla l’ingresso a pagamento anche nel cortile, finora gratuito, attraverso un percorsoa senso unico che vedrà i visitatori salire al quarto piano della palazzina e scendere dalla Casa di Giulietta fino al Cortile, con l’apice della visita al balcone al primo piano.

Durante la concessione di servizi, che ha una durata di 12 anni (estendibili a 18 anni), Mox Corporation verserà al comunescaligero un minino garantito di 1,2 milioni di euro l’anno, con canone mensile di 100.000 euro. «Una cifra importante – ha spiegato il sindaco, Federico Sboarina – considerato che, ad oggi, la vendita dei biglietti di ingresso alla Casa di Giulietta porta nelle casse del comune circa 600.000 euro l’anno, e destinata ad aumentare in proporzione al numero dei visitatori».

A carico di Mox ci sarà l’assunzione di 45 addetti ai servizi e alla sicurezza che garantirà il controllo di tutto il sito. «Queste sono davvero le ultime festività coi turisti in coda in via Cappello o ammassati nel cortile – ha concluso Sboarina -. Siamo di fronte ad una svolta epocale, che renderà questo sito un museo di altissimo livello, che valorizzerà la Casa di Giulietta, ma anche la storia dei due amanti shakespeariani».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

o,  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

o su Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata