La biblioteca La Vigna di Vicenza ammessa all’art bonus

0
127

Il Centro di Cultura e Civiltà Contadina e la Bilbioteca internazionale “La Vigna” di Vicenza, assistita dall’avvocato Angelo Vozza di Adacta, allarga le maglie dell’Art Bonus e ottiene lo sconto fiscale pari al 65% dei contributi per le erogazioni liberali per il restauro della sede, il Palazzo “Bruscarolo-Gallo Zaccaria” e per le attività istituzionali della Biblioteca Internazionale “La Vigna”.

“Palazzo Brusarosco – Gallo Zaccaria” è un edificio ottocentesco vincolato, con nucleo originario del XV secolo, in parte già restaurato dall’architetto Carlo Scarpa; la Biblioteca è il più importante punto di riferimento per le ricerche sulle varietà dei vitigni a livello mondiale, che vanta un patrimonio di 62 mila volumi tra cui antiche edizioni a stampa a partire dal XV secolo.

L’Agenzia delle Entrate riconosce il credito d’imposta del 65% agli interventi in favore di enti pubblici, ma il caso sollevato da Adacta estende il beneficio anche agli enti privati, purché siano partecipati da soggetti pubblici.

L’associazione è stata costituita per iniziativa di soggetti pubblici tra cui il Comune, la Provincia e la Camera di Commercio di Vicenza, l’Accademia Olimpica e la Regione Veneto e mantiene una maggioranza pubblica dei soci – si legge nell’interpello presentato per conto dell’associazione all’Agenzia delle Entrate, e accolto in conformità al parere rilasciato dal Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac). “L’Agenzia ha riconosciuto l’ammissibilità all’Art-Bonus delle erogazioni liberali per il restauro di “Palazzo Brusarosco-Gallo Zaccaria” in quanto riguardanti un “bene culturale pubblico” affidato in uso all’Associazione, ma anche per le attività della Bilbioteca Internazionale “La Vigna”, vale a dire un bene privato che viene assimilato ad un “istituto della cultura di appartenenza pubblica”.

Si tratta del secondo caso a Vicenza, dopo quello dell’Accademia Olimpica dello scorso anno assistita da Adacta.

Secondo i dati Ales – società inhouse del Mibac – a dicembre 2018 hanno beneficiato dell’Art Bonus oltre 1.500 enti, più di 9.700 mecenati, per un totale di oltre 1.800 interventi su tutto il territorio nazionale e una raccolta complessiva che ha superato la soglia dei 305 milioni di euro: 36 milioni di euro vengono dal Veneto, al terzo posto dopo Lombardia e Piemonte.

Scopri tutti gli incarichi: Angelo Vozza – Adacta Studio Associato;