Un club deal promosso da Akos Finance e Itago rileva la maggioranza di Scame Forni Industriali

0
198

I compratori sono stati assistiti dallo Studio Pavia & Ansaldo, da KPMG per gli aspetti contabili, dallo Studio Brunello&Partners per gli aspetti fiscali e da GF4BIZ per gli aspetti di business. I venditori sono stati assistiti dallo studio legale Rotella Quaini & Associati e dallo studio Corocher-Ornella & Associati.

La maggioranza azionaria della Scame Forni Industriali S.p.A. di Mareno di Piave nel trevigiano, pmi attiva da quasi quarant’anni nella produzione di forni industriali per il trattamento termico delle leghe speciali, è stata acquisita dalla società H4.0, veicolo di investimento appositamente costituito per un “club deal” a cui hanno aderito alcune selezionate famiglie imprenditoriali del Nord Est.

L’operazione si inquadra in un più ampio progetto volto a supportare PMI grazie al know-how e al supporto di imprenditoria e management del territorio mediante la propria esperienza e network di relazioni in settori e aree geografiche specifiche.

Il progetto è stato ideato e realizzato da Akos Finance e dal team di ITAGO.

A vendere, per 6 milioni di euro, sono stati Sergio Grillo, che è anche amministratore delegato e resterà in carica, e il suo socio, di cui non è stata resa nota l’identità. I due soci terranno una quota di minoranza.

L’operazione ha lo scopo di favorire il passaggio generazione e il rafforzamento manageriale dell’azienda. Il progetto industriale prevede una crescita organica, ma anche per linee esterne, sotto la regia di Sergio Grillo, che sarà supportato da nuove figure professionali.

L’acquirente è stato assistito, per tutti gli aspetti legali relativi alla parte M&A, dallo Studio legale Pavia e Ansaldo con un team coordinato dal partner Alberto Bianco e formato da Dario Rovelli e Pierluigi Ariete.

I venditori sono stati assistiti dallo studio legale Rotella Quaini & Associati, con il partner Lamberto Rotella, e dallo studio Corocher – Ornella & Associati. Gli aspetti notarili sono stati curati dallo studio del notaio Andrea Todeschini Premuda di Padova.

Scopri tutti gli incarichi: Pierluigi Ariete – Pavia Ansaldo; Alberto Bianco – Pavia Ansaldo; Dario Rovelli – Pavia Ansaldo; Lamberto Rotella – Rotella & Quaini;