Commercialisti e prevenzione del riciclaggio, a Mestre un seminario

0
406

Cento professionisti da tutto il Triveneto sono attesi a Mestre per il seminario “Antiriciclaggio: il valore legale delle informazioni riferite dal cliente e gli obblighi di scalare la catena di controllo per individuare il titolare effettivo” organizzato dall’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie (ADCEC Tre Venezie). L’appuntamento è in programma giovedì 16 maggio dalle 14.30 alle 18.30 a Mestre presso l’hotel Novotel (Via Ceccherini, 21).

Il fenomeno del riciclaggio è in continua crescita, come hanno recentemente rilevato i risultati dell’attività mirata svolta dalla Guardia di Finanza nel 2018: alla voce contrasto al riciclaggio e autoriciclaggio sono stati certificati 1,8 miliardi di euro accertati, la denuncia alla magistratura di 2.450 persone fisiche (+37,6% rispetto al 2017), di cui 324 in stato di arresto (+103,8% rispetto al 2017), e il sequestro di beni per 468 milioni di euro.

Le disposizioni normative vigenti in materia di antiriciclaggio prevedono una collaborazione attiva tra professionisti e Istituzioni per prevenire e contrastare il fenomeno del riciclaggio. Nei mesi scorsi, inoltre, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha approvato le regole tecniche in materia di antiriciclaggio che riguardano l’autovalutazione del rischio, l’adeguata verifica della clientela e la conservazione dei dati e delle informazioni.

Obiettivo del seminario è perciò fornire ai professionisti una panoramica delle nuove regole introdotte e approfondire, attraverso un approccio pratico, aspetti quali l’adeguata verifica del cliente, la registrazione dei dati e la conservazione dei documenti.

In particolare nella prima parte dell’incontro verranno affrontate tematiche quali gli obblighi del cliente e delle imprese nel sistema della prevenzione e le relative responsabilità, le tecniche e i criteri di individuazione del titolare effettivo e le catene di controllo nazionali ed internazionali, i nuovi obblighi di vigilanza e responsabilità per gli organi di controllo. Nella seconda parte, invece, si entrerà nel merito del nuovo modello per l’autovalutazione del rischio e le prestazioni professionali a rischio non significativo, dei quattro passaggi organizzativi per svolgere l’adeguata verifica del cliente e delle nuove indicazioni sulla conservazione dei dati e delle informazioni. Verranno inoltre approfonditi gli indicatori di anomalie del cliente esaminati nell’ottica dell’obbligo di segnalazione delle operazioni sospette.

“I professionisti sono in prima linea nel contrasto al fenomeno del riciclaggio – commenta Fabio Marchetto, presidente dell’Associazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili delle Tre Venezie – Le nuove regole introdotte dal Consiglio Nazionale puntano a fornire indicazioni che tutelino il più possibile i colleghi e ne semplifichino le azioni operative, nell’ambito di una normativa comunque molto complessa, soprattutto per quel che riguarda gli adempimenti formali a carico dei professionisti. La sfida dell’antiriciclaggio è una battaglia che noi professionisti combattiamo con impegno e dedizione al fianco delle Istituzioni. In questo contesto è fondamentale fornire adeguate occasioni di formazione per i colleghi che non sono spettatori passivi, ma attori del contrasto all’economia illegale, al fianco delle Istituzioni.”

Dopo i saluti introduttivi di Fabio Marchetto presidente ADCEC delle Tre Venezie, e Giuseppe Pipicella direttore marketing e Sviluppo Veda, interverranno Antonio Fortarezza dottore commercialista in Milano e membro della Commissione antiriciclaggio dell’ODCEC Milano e del Gruppo di lavoro antiriciclaggio CNDCEC, Laura Macci ottore dommercialista in Padova e membro della Commissione antiriciclaggio e privacy dell’ODCEC di Padova e del Gruppo di lavoro antiriciclaggio del CNDCEC, e il tenente colonnello Enrico Cherbaucich comandante del Gruppo Tutela Economia del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Verona. Modera i lavori Mara Pilla dottore commercialista in Vicenza.