Vertice dell’Euregio Tirolese a Fortezza

Le giunte di Alto Adige, Tirolo e Trentino hanno discusso sulla collaborazione nella mobilità, musei e giovani. 

0
267
euregio tirolese
I nuovi cartelli di confine dell'Euregio Tirolese.

Iniziative comuni fra le tre regioni dell’Euregio Tirolese (Alto Adige, Tirolo e Trentino) in tema di mobilità sostenibile sull’asse del Brennero sono state al centro della XIX riunione del Consiglio dell’Euregio e della XV riunione dell’Assemblea dell’Euregio al forte di Fortezza in Alto Adige, nella sua nuova composizione dopo il cambio al vertice della Provincia trentina.

Dopo la relazione sull’ampio programma di lavoro dell’anno corrente, erano all’ordine del giorno i progetti comuni nel campo dei musei, dei progetti per i giovani e della mobilità. Una novità è stata la presentazione dei futuri cartelli dell’Euregio Tirolese alle frontiere esterne: un’operazione che ha lo scopo di attirare l’attenzione della popolazione locale e degli ospiti sull’Euregio.

Quanto alla mobilità transfrontaliera è stato previsto il miglioramento del flusso reciproco di informazioni e comunicazione in futuro. La Giunta del GECT ha sottolineato i suoi sforzi per una politica comune e sostenibile dei trasporti sull’asse del Brennero, in cui il trasferimento del traffico pesante dalla strada alla ferrovia svolge un ruolo centrale. Il presidente Arno Kompatscher ha riferito sulle più recenti novità riguardo alla concessione A22. Il nuovo accordo rende possibile l’introduzione di una tariffa ambientale per favorire il trasferimento del traffico dalla strada alla ferrovia. L’obiettivo è anche quello di ottimizzare la comunicazione tra tutti i partner dell’Euregio Tirolese e di migliorare l’informazione sulla situazione del traffico e sulle eventuali misure di limitazione del traffico.

Kompatscher, presidente pro tempore del GECT, ha manifestato la propria soddisfazione per «la prosecuzione della collaborazione fra i territori dell’Euregio in tema di mobilità». Proprio in tema di A22, il Landeshauptmann tirolese Günther Platter si è complimentato con il presidente altoatesino «per l’eccezionale risultato raggiunto nelle trattative con Roma che hanno portato all’accordo sulla concessione». Fra le iniziative comuni al servizio della mobilità nelle tre regioni l’Ufficio comune dell’Euregio Tirolese ha anche creato una propria pagina “Info Mobilità” sulla sua homepage.

euregio tirolese
La seduta congiunta delle giunte dell’Euregio Tirolese al forte di Fortezza.

Sempre in tema di mobilità, sono state rilanciate le “Giornate d’azione per la mobilità dell’Euregio” con viaggi gratuiti per i cittadini. Dopo il grande successo delle passate giornate della mobilità, le prossime “Giornate d’azione” si svolgeranno sabato 21 settembre (Festa dell’Euregio a Egna) e lunedì 21 ottobre 2019 (fine dell’anno commemorativo dell’imperatore Massimiliano e passaggio della presidenza Euregio Tirolese). Nelle “Giornate d’azione”, i titolari di abbonamenti ai trasporti pubblici e i titolari di EuregioFamilyPass avranno la possibilità di utilizzare gratuitamente i trasporti pubblici in tutta la regione europea del Tirolo-Alto Adige-Trentino. L’organizzazione delle “Giornate d’azione” si svolge in collaborazione con gli uffici provinciali competenti dei tre territori dell’Euregio Tirolese.

Il consiglio direttivo dell’Euregio si è occupato anche della prossima “Festa Euregio” alla fine della presidenza altoatesina. In concomitanza con la “Giornata d’azione per la mobilità” di sabato 21 settembre 2019, il comune di Egna nalla Bassa Atesina con il suo centro storico sarà dedicato all’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, in modo che i cittadini dell’Euregio possano raggiungerla gratuitamente con i mezzi pubblici. Con il motto “Mercato delle idee”, l’Euregio Tirolese può essere vissuta e scoperta con tutti i sensi. «Vogliamo rendere tangibile per le persone un’Euregio sostenibile. Quale modo migliore per farlo se non con una celebrazione congiunta», hanno sottolineato i presidenti dei tre territori.

Dal 28 al 30 giugno si svolgerà a Telfs in Tirolo, con la partecipazione di gruppi della vicina Baviera, il concorso di rendimento per gruppi giovanili dei vigili del fuoco dell’Euregio Tirolese, organizzato per la prima volta congiuntamente dal GECT e dalle associazioni regionali dei Vigili del fuoco. Sono attesi più di 3.000 giovani partecipanti. Accanto al programma specializzato dei vigili del fuoco sono inseriti anche programmi informativi e culturali per la regione europea.

Dal 2012, la “Giornata del Tirolo” in occasione dell’apertura del Forum Europeo Alpbach è interamente dedicata all’EuregioTirolese. In occasione del 350° anniversario dell’Università di Innsbruck, la “Giornata del Tirolo” 2019 sarà dedicata alla ricerca nei territori dell’Euregio, il cui contenuto è stato preparato ancora una volta dal cosiddetto “EuregioLab , un gruppo di lavoro di circa 30 esperti di scienza, economia, società e amministrazione. Come negli anni precedenti, il Premio Euregio per i giovani ricercatori e il Premio Euregio per l’innovazione saranno indetti anche nel 2019 e assegnati nell’ambito della “Giornata del Tirolo”.

La Giunta del GECT ha inoltre deciso di tenere un anno tematico congiunto nel 2021 nei musei dell’Euregio Tirolese con il motto “Transito-Trasporto-Mobilità”. Anche per questa ragione è stato scelto come location dell’Assemblea il Forte di Fortezza, uno dei 10 musei provinciali dell’Alto Adige.

In collaborazione con gli organizzatori del concorso “Giovani ricercatori cercansi” nell’Eurac di Bolzano, l’Euregio Tirolesebandirà un premio speciale, che sarà assegnato per la prima volta nell’ambito dell’attuale concorso 2019/2020. Il premio speciale consisterà in una visita di studio di due giorni presso le istituzioni europee responsabili della ricerca e sviluppo a Bruxelles e sarà organizzato in collaborazione con la rappresentanza congiunta dell’Euregio a Bruxelles.

Infine i segnali di confine dell’Euregio: si tratta di cartelli che hanno lo scopo di aumentare la consapevolezza dell’Euregio Tirolese tra i cittadini e i turisti. La percezione della regione europea dovrebbe avere un’espressione visibile nella popolazione e l’area dell’Euregio come paese con passaporto europeo nel contesto europeo dovrebbe anche consentire una maggiore visibilità della regione europea per i viaggiatori e i visitatori. Per questo motivo, alle frontiere esterne dell’Euregio saranno collocati cartellidi 150 x 80 cm che accoglieranno i viaggiatori nella regione europea. Uno dei cartelli è stato presentato al forte di Fortezza. I cartelli devono recare il logo della Regione Europea e la scritta “Benvenuti – Benvenuti”, nelle zone di insediamento ladino la scritta “Willkommen – Benvenuti – Bëgnodüs” nella versione corrispondente al rispettivo idioma e nella zona di insediamento cimbro la scritta “Wilkommen – Benvenuti – Bolkhent” e devono essere attaccati esclusivamente ai valichi di frontiera statali ossia regionali, in particolare nel territorio dell’Alto Adige e del Trentino ai valichi stradali verso le regioni italiane Veneto e Lombardia e Svizzera e nel territorio del Tirolo ai valichi stradali verso la Germania, la Svizzera e i Länder austriaci di Vorarlberg, Salisburgo e Carinzia.

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”,

iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

o  ancora, su Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

o su Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata