La friulana Eurotech protagonista nei supercomputer per la guida autonoma

I calcolatori Dyna HPEC hanno raggiunto densità di calcolo di 25 Teraflops e 15 Terabyte di archiviazione. 

0
511
supercomputer Dyna HPEC

I supercomputer della famiglia Dyna HPEC (High Performance Embedded Computer) prodotti da Eurotech di Amaroin Friuli Venezia Giulia – società di ricerca, sviluppo e produzione di computer miniaturizzati e di computer ad elevate prestazioni – hanno raggiunto una densità di calcolo pari a 25 Teraflops e 15 Terabyte di archiviazione per decimetro cubo.

«Un risultato – sostiene l’azienda – che influirà sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale e delle sue applicazioni». Gli HPEC embedded sono utilizzati anche per le auto a guida autonoma, su cui Eurotech sta investendo. «Di questo passo – afferma l’amministratore delegato, Roberto Siagri – si può ipotizzare il periodo fra il 2022-2025 come il più plausibile per l’impiego di serie di automezzi che davvero guidino da soli, senza il monitoraggio o il controllodell’uomo, proprio attraverso l’utilizzo di programmi di intelligenza artificiale che i supercomputer come i nostri permettono di essere sviluppati».

Grazie al continuo sviluppo dell’informatica e della miniaturizzazione dei circuiti, i computer al servizio dell’intelligenza artificiale costeranno sempre meno, circa dieci volte meno nel 2025 rispetto a ora. In questo stesso periodo, il supercomputer avrà un costo e una dimensione adeguata al mercato delle auto consumer.

Eurotech continua a potenziare le prestazioni dei Dyna HPEC, già oggi in grado di generare la potenza di calcolo necessaria per far apprendere ai programmi di intelligenza artificiale le modalità di guida e di reazione nel traffico con un’auto.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata