Aeroporto di Venezia, riaperta la pista principale dopo i lavori di ammodernamento

La Save ha investito 80 milioni di euro nella riqualificazione delle infrastrutture di volo. Entro il 2020 saliranno a 135 milioni.

0
357
Aeroporto di Venezia

E’ stata riaperta al traffico la pista principale dell’aeroporto di Venezia, chiusa tre mesi per lavori di riqualifica delle pavimentazioni, degli impianti elettrici e visivi e delle condotte per le acque meteoriche.

L’intervento è stato realizzato senza alcuna interruzione della normale attività dello scalo, in collaborazione in particolare tra la concessionaria Save, Enav, Enac e compagnie aeree, che ha permesso che nessun volo programmato fosse annullato, anche se gli utenti hanno lamentato ritardi nella partenza dei voli.

L’importo economico dei lavori dell’aeroporto di Venezia è stato di circa 80 milioni di euro, con un picco mensile di oltre 15 milioni, la presenza giornaliera di maestranze per circa 350 persone, con oltre 400 mezzi operativi di cantiere al giorno. Sono stati posatioltre 300 chilometri di nuovi cavi e sono state utilizzate 144.450 tonnellate di asfalto.

Con la riapertura si è conclusa la terza fase dell’intervento di riqualifica e adeguamento delle infrastrutture di volo del “Marco Polo”, assegnato con gara all’Associazione temporanea di imprese Icm e Itinera, avviato il primo settembre scorso e con termine a settembre 2020, per un investimento totale di 135 milioni.

Le prime due fasi dei lavori avevano interessato le due testate della pista sussidiaria, allungata da 2.780 agli attuali 3.300 metri. Il programma ora prevede due mesi di lavori meno impegnativi, con interventi minori nel periodo di traffico estivo più intenso di luglio e agosto, per poi riprendere a settembre, con il completamento della riqualifica della pista sussidiaria.

«L’intervento sulle infrastrutture di volo è un’opera di elaborata ingegneria, concepita a fasi successive per garantire l’operatività continuativa del “Marco Polo” – conferma Enrico Marchi, presidente del Gruppo SAVE -. Siamo orgogliosi per la grande capacità dimostrata dai nostri dirigenti e di come l’aeroporto di Venezia continui a distinguersi per l’attenta programmazione di uno sviluppo infrastrutturale così complesso che, nell’accompagnare la crescita del traffico, adotta ed applica le più evolute tecnologie».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata