Da Friulia 1 milioni di euro per internazionalizzazione di Biolab

Fedriga: «investiamo sulla ricerca come punto di riferimento dell’Isontino». 

0
295
biolab
Federica Seganti, presidente Friulia, Massimiliano Fedriga, governatore Friuli Venezia Giulia, e Massimo Santinelli, amministratore unico di Biolab

La finanziaria regionale del Friuli Venezia Giulia, Friulia, ha deciso di sostenere il processo di crescita e internazionalizzazione di Biolab, impresa di Gorizia attiva nella filiera dei prodotti biologici, con un aumento di capitale di 700.000 euro unito a un finanziamento fino a 300.000 euro di durata quinquennale. L’intervento finanziario sarà completato con un affiancamento manageriale con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo in azienda.

Azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti gastronomici biologici freschi, a base di proteine vegetali particolarmente indicati per vegetariani e vegani, nel 2018 Biolab ha raggiunto gli 8,4 milioni di euro di fatturato (+11% rispetto al 2017). Il business plan 2019-2021 prevede investimenti complessivi per 2,4 milionidi euro (comprensivi dell’intervento di Friulia), che si aggiungono a quelli già effettuati nel corso del 2018, pari a 646.000 euro.

Il piano prevede l’acquisto di impianti e macchinari per la sterilizzazione e la pastorizzazione dei prodotti e investimenti focalizzati sul business degli affettati vegani e sulla categoria dei surgelati, che permetterà all’azienda di poter esportare i propri prodotti oltre i confini europei. Una parte dei fondi sarà inoltre impiegata per sostenere il progettoValest”, che punta a ridurre gli scarti nel processo di produzione recuperando l’amido dal processo produttivo e rimettendolo nel circolo industriale. La crescita sarà supportata anche dall’inserimento di un nuovo export manager e dall’introduzione di 12 risorse in azienda, che raggiungerà un totale di 86 addetti nel 2021.

«La Regione, anche attraverso le sue partecipate come Friulia, è impegnata a valorizzare il tessuto produttivo della Regione, sostenendo soprattutto aziende che stanno investendo molto sulla ricerca per presentarsi come eccellenza su un mercato internazionale bio in forte espansione – ha affermato il governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga -. Utilizzare in buona parte prodotti del territorio significa favorire la nostra filiera produttiva di qualità perché il nostro obiettivo è fare sapere che il “Made in Fvg” è buono ma anche sano. In questo modo, Biolab si pone come uno dei punti di riferimento per il rilancio imprenditoriale di Gorizia».

A Fedriga ha fatto eco la neo presidente di Friulia, Federica Seganti, che ha sottolineato come il supporto alla società «non sarà solo dal punto di vista economico, ma anche consulenziale come partner per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese del territorio. Si tratta di un passaggio fondamentale e necessario, soprattutto in un settore competitivo e stimolante come quello dei prodotti alimentari biologici».

Massimo Santinelli, amministratore unico di Biolab ha infine ricordato che «la nuova collaborazione con Friulia permetterà di sfruttare il trend positivo che il mercato bio sta vivendo negli ultimi anni. Un settore che in Italia vale 5,5 miliardi di euro complessivi, di cui 2 miliardi derivano dall’export. Per questo motivo nei prossimi anni prevediamo una forte spinta verso il processo d’internazionalizzazione, con nuovi prodotti che verranno commercializzati anche in aree extra CEE come Cina e Usa. L’arrivo del nuovo export manager e il sostegno di Friulia ci permetteranno di perseguire questo importante obiettivo».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata