Don Michele Tomasi da Bolzano è il nuovo vescovo di Treviso

Papa Francesco nomina il vicario episcopale per il clero di Bolzano-Bressanone. 

0
249
vescovo di treviso

Don Michele Tomasi, vicario episcopale per il clero di Bolzano-Bressanone, è stato nominato da Papa Francesco nuovo vescovo di Treviso. Bolzanino di 54 anni, don Tomasi è stato prima parroco a Merano e a Vipiteno, in seguito rettore del Seminario di Bressanone. La nomina a vescovo di Treviso da parte di papa Francesco arriva a seguito dell’accettazione della rinuncia al governo pastorale della Diocesi veneta presentata da Mons. Gianfranco Agostino.

Immediato il saluto del governatore del Veneto, Luca Zaia: «saluto con amicizia e con spirito di viva attesa don Michele Tomasi, nominato nuovo vescovo di Treviso. Sarò ad accoglierlo con il caloroso benvenuto di tutti i Trevigiani quando prenderà possesso della diocesi della Marca. La sua nomina e la sua storia personale sono uno stimolo per la comunità trevigiana e le sue istituzioni – prosegue Zaia -. Il vescovo Michele ci avrà al suo fianco nel comune impegno al servizio delle persone, nella tutela del lavoro e nel cercare di valorizzare i fondamenti sociali della nostra convivenza civile, con un occhio di riguardo ai bisogni delle persone più fragili».

«Quando mi è stata comunicata la notizia avevo un gran desiderio di dire di no, ma poi ho pensato al significato profondo della vocazione – afferma a caldo il nuovo vescovo di Treviso, Mons. Michele Tomasi -. Da sempre la mia vocazione è stata quella di annunciare il Vangelo e se ora vengo chiamato a farlo a Treviso, allora sono pronto».

«Faccio fatica ad andare via da qui, dove è la mia vita – ha aggiunto Mons. Tomasi – mi sento sudtirolese e altoatesino. Faccio parte di questa Diocesi e di questa terra. Insieme abbiamo investito tanto per portare avanti il dialogo e la convivenza tra i vari gruppi. Non riesco a pensarmi via di qua».

«Caro don Michele, non ti lascio partire facilmente – ha detto il vescovo di Bolzano, Ivo Muser – sei un sacerdote convinto, un collaboratore competente e leale. Questa nomina per questa che è la tua Diocesi è una perdita. Ma ti lascio partire con serenità, gratitudine, gioia e speranza, perché sono convinto che Papa Francesco e i suoi collaboratori abbiamo fatto un’ottima scelta».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata