Distretto calzaturiero Riviera del Brenta: il bilancio 2018 chiude con oltre 2 miliardi di euro di fatturato

Tra Padova e Venezia si produce il 20,7% del totale nazionale. Marcato: «soddisfazione per successo economico che è la traduzione in cifre della cultura del lavoro dei Veneti». 

0
381
Distretto calzaturiero Riviera del Brenta

Il fatturato del Distretto calzaturiero della Riviera del Brenta (tra Venezia e Padova) nel 2018 ha sfiorato i 2,1 miliardi di euro contribuendo complessivamente al 62,1% del fatturato del settore in Veneto e al 20,7% di quello nazionale.

Il dato è stato diffuso in occasione dell’assemblea 2019 di ACRiB Sezione calzature di Confindustria Venezia Rovigo, alla quale sono intervenuti il presidente di ACRiB e di Assocalzaturifici, Siro Badon e il presidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo, Vincenzo Marinese.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i dati del distretto calzaturiero della Riviera del Brenta – riconosciuto a livello mondiale per l’eccellenza nella produzione di calzature di lusso – che confermano una tenuta del settore. Il distretto oggi riunisce una filiera completa che ha raggiunto le 553 imprese. Queste rappresentano il 76,1% rispetto al totale Veneto delle aziende del settore, nonché il 12,3% rispetto all’Italia, e danno occupazione a 10.558 addetti.

Le imprese calzaturiere della Riviera del Brenta producono il 30,1% delle paia di scarpe realizzate in Veneto e il 10,9% di quelle realizzate in Italia. Nel 2018 la produzione ha superato i 20 milioni di paia. Le calzature, principalmente da donna, sono esportate per il 92% in tutto il mondo.

Risultati salutati con legittimo orgoglio veneto da parte dell’assessore padovano allo Sviluppo economico, Roberto Marcato: «non è notizia di ogni giorno in questo periodo sentire che un settore produttivo tiene e che il suo fatturato si afferma positivamente. Solo questo è un motivo sufficiente per esprimere la più grande soddisfazione leggendo i risultati del Distretto calzaturiero della Riviera del Brenta che con i 2,1 miliardi nel 2018 contribuisce da solo al 20,7% del fatturato nazionale del settore. Se poi pensiamo che si tratta di imprenditoria veneta, i numeri diventano vero motivo di orgoglio perché sono la traduzione in cifre di una cultura del lavoro che è passione, creatività e ingegno della gente della nostra terra».

Secondo Marcato «stiamo parlando di una eccezionale realtà produttiva tra Padova e Venezia che dà lavoro a più di 10.000 persone ed il cui prodotto è segno di moda in tutto il mondo. I risultati sono il successo di una visione imprenditoriale sinergica che ha conquistato i mercati mondiali delle calzature di alta qualità, riunendo in una filiera completa oltre 500 imprese, che da sole si presentano come più del 12% di tutte quelle operanti in Italia nel settore. Una vera eccellenza, non solo imprenditoriale, che contribuisce concretamente alla positiva immagine del Veneto a livello internazionale».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata