Fare affari con la Russia, Bridge to Russia cresce con Unistudio

0
128

Il team della rete d’impresa Bridge to Russia si rinforza grazie all’ingresso di due nuove partnership professionali. Accanto ai due soci fondatori, Finest S.p.A. e IC&Partners, entrano a far parte della squadra anche Unistudio Professionisti Associati di Verona e Brunel Russia – Technical and Engineering Recruitment Moscow.

Ne dà notizia il portale web di Bridge to Russia, la prima rete d’impresa italiana operativa in Russia e specializzata nel promuovere il business delle imprese nazionali nel grande mercato BRIC e nei limitrofi Paesi dell’Unione doganale euroasiatica.

Grazie alla partnership con il team di commercialisti di Unistudio Professionisti Associati di Verona, realtà operativa dal 1970 e con oltre 50 collaboratori tra soci, professionisti e dipendenti, la rete di Bridge to Russia è in grado di prestare consulenza tributaria e societaria, nazionale ed internazionale con particolare riferimento ad operazioni straordinarie relative ad assetti societari e di gruppo, valutazioni d’azienda, pianificazione fiscale nazionale ed internazionale. Il partner veronese, inoltre, vanta un particolare know-how quale Strategic & Financial Advisor, con competenze specialistiche nella consulenza strategica, direzionale e nella finanza straordinaria, con operazioni di M&A, joint venture estere, raccolta di capitale e riorganizzazioni societarie.

Il partner Brunel Russia – Technical and Engineering Recruitment Moscow è una società di diritto russo che fa parte del Gruppo olandese Brunel, specializzato nei servizi di recruitment di personale, sia temporaneo che permanente e presente in 100 Paesi del mondo. Brunel ha una expertise in settori chiave dell’economia russa come l’oil&gas, la logistica, l’automotive, il settore minerario e le infrastrutture ed è in grado di fornire il personale locale qualificato per le imprese italiane in loco.

Nata nel 2014 come strumento operativo a seguito di un accordo siglato a Trieste tra Vladimir Putin e l’allora Primo Ministro Enrico Letta, la rete Bridge to Russia fornisce un pacchetto i prodotti e servizi che facilitano l’ingresso delle aziende italiane in Russia, dalle prime fasi iniziali di ricerca di mercato e di eventuali partner locali fino all’eventuale investimento commerciale e/o produttivo.

Il punto di forza della rete d’impresa è la forte collaborazione instaurata tra i retisti e i partner coinvolti, grazie alla quale le imprese italiane – soprattutto le PMI – possono ottenere assistenza e supporto in ogni fase del processo di internazionalizzazione.

Dal proprio ufficio di Mosca, con personale italiano e russo, Bridge to Russia offre supporto amministrativo, contabile, legale e commerciale per mezzo della associata IC&Partners. Inoltre sostiene finanziariamente l’investimento internazionale, grazie all’intervento in equity e financing della finanziaria per l’internazionalizzazione Finest S.p.A. Entrambi i soci operano sul mercato russo da oltre 25 anni.

Con Bridge to Russia, le aziende italiane troveranno pertanto un punto unico di riferimento per ogni aspetto del proprio processo di crescita in Russia.