Presentata a Wörgl in Austria la nuova App SOS EU Alp

Sviluppata per interventi d’emergenza transfrontalieri in montagna. Coinvolti Alto Adige, Tirolo e Baviera. App simile a quella già attiva in alcune regioni del NordEst “Where Are U - 112”.

0
157
SOS EU Alp
Presentata a Wörgl la nuova App SOS EU Alp. Da sx, l'assessore Schuler, il presidente Platter, Kaniber del Curatorio bavarese per la sicurezza alpina, il ministro della Baviera Herrmann

Si chiama SOS EU Alp la nuova App appositamente creata per le emergenze in montagna presentata a Wörgl in Austria alla presenza dei rappresentanti del Tirolo, dell’Alto Adige e della Baviera, con la “stranaesclusione del Trentino, altra “gamba” di quell’euroregione Tirolese formata con Alto Adige e Tirolo.

Grazie alla chiamata generata dalla nuova App, i dati personali e la geolocalizzazione dell’utente vengono inviati alla centrale d’emergenza e vengono attivati a seconda delle necessità il soccorso alpino ed i pompieri. Un App simile a quella già in funzione in parte delle regioni del NordEst con “Where Are U – 112”.

«Grazie a SOS EU Alp – ha sottolineato il presidente del TiroloGünther Platter – viene realizzata una rapida e precisa geolocalizzazione dell’utente fornendo un’importante integrazione transnazionale ai sistemi d’emergenza sinora utilizzati».

L’assessore altoatesino alla Protezione civile, Arnold Schuler, ha posto l’accento sul fatto che «la nuova App rappresenta un importante passo in avanti per coordinare nel migliore dei modi i servizi di pronto intervento a livello transnazionale. L’idea di collegarsi a questa App tirolese è stata formulata 6 anni fa da parte del Soccorso Alpino dell’Alpenverein nel quadro di un progetto Interreg e quindi di un progetto Euregio». Euregio monca della parte trentina, ma integrata da quella bavarese.

Anche secondo il ministro bavarese degli Interni, Joachim Hermann, SOS EU Alp consentirà di localizzare con maggiore rapidità e precisione le persone in difficoltà una sorta di «angelo custode digitale per gli appassionati della montagna».

Gli aspetti tecnici di SOS EU Alp sono stati illustrati dal direttore della centrale d’emergenza del Tirolo, Bernd Noggler, il quale ha posto l’accento sulla stretta collaborazione, avviata già dal 2018, con l’Agenzia per la protezione civile della Provincia di Bolzano grazie a cui è stata anche assicurata una programmazione plurilingue dello strumento d’emergenza sin d’ora operativo e scaricabile gratuitamente su apparecchiature Android ed iOs.

SOS EU Alp è sostenuta, tra l’altro da EusAlp (Strategia Europea per la Macroregione Alpina) che raggruppa 48 regioni di 7 paesi alpini (Germania, Francia, Italia, Austria, Slovenia, Svizzera e Liechtenstein), dalla Ripartizione per la protezione civile e dalle catastrofi del Land Tirolo, dall’Agenzia per la protezione civile della Provincia di Bolzano e dalla protezione dalle catastrofi del ministero dell’Interno della Baviera.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata