Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina: Confidi turismo lancia un pluribond da 50 milioni

Finanziamento dedicato all’adeguamento strutture ricettive e servizi nell'arco alpino. Zaia: «il Governo faccia la sua parte mettendo risorse». A Verona la nuova riunione del comitato promotore olimpico alla presenza del ministro Spadafora ce ha garantito l'impegno del Governo.

0
171
olimpiadi invernali 2026

In vista delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina, il sistema delle associazioni di categoria del turismo, con i loro Confidi di riferimento, emetterà un pluribond denominato “Olimpic Winter Pluribond Milano-Cortina 2026”, riservato alle imprese che effettueranno investimenti finalizzati all’adeguamento delle strutture ricettive, commerciali, di ristorazione, di logistica, trasporti e servizi ubicate nelle regioni di riferimento dell’Olimpiade dell’arco alpino.

Le principali caratteristiche del pluribond è l’emissione in autunno/inverno 2020, con scadenza inverno 2026/27, per un importo da 50 milioni, con singole tranche da 250.000 euro o multipli con massimo di 1,5 milioni, e garanzia di rimborsoal 100%. Parteciperanno all’operazione un pool di associati a Federascomfidi , guidati da Fidi Impresa & Turismo Veneto, Asconfidi LombardiaFin.Promo.Ter, supportati dall’advisor e global coordinator Frigiolini Partners Merchant.

«L’operazione – dice Massimo Zanon, presidente di Confcommercio Veneto e di Fidi Impresa & Turismo Veneto -, la prima costruita in Italia da un’associazione di categoria, darà una connotazione di capacità innovativa e di particolare attenzione alle esigenze delle nostre imprese che potranno beneficiare di nuove risorse finanziarie attraverso un canale alternativo di acceso al credito disponendo così di uno strumento innovativo di finanza».

Sul finanziamento delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina interviene anche il governatore del Veneto, Luca Zaia, che richiama il governo BisConte ai suoi impegni a favore del territorio, così come lo aveva fatto il PrimusConte, con il sottosegretario allo sport Giancarlo Giorgetti. «Sulle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina lo slogan era stato “Le volete? Ve le pagate”. Spero che il Governo riveda la sua posizione. Un evento olimpico dev’essere sostenuto dal Paeseche lo ospita. Lo slogan dovrebbe diventare “Le vogliamo, e le paghiamo”».

Secondo Zaia «le Olimpiadi Invernali 2026, secondo uno studio de La Sapienza, Ca’ Foscari e Bocconi, faranno crescereil Pil durante la preparazione dell’evento, nel corso di esse, e dopo la sua conclusione. Mi pare fuori di ogni logica che debbano essere sostenute finanziariamente solo dagli enti locali, dalle due Regioni. Noi ce le siamo già pagate, con una delibera da 212 milioni di euro, pluriennale. Ma ciò che sta accadendo è grave. Vorrebbe dire che nessun grande evento, dall’Olimpiade in giù, verrà più pagato dallo Stato».

Alla riunione di Verona per decidere il nome del manager chiamato a gestire l’evento olimpico, hanno partecipato il ministro allo Sport, Vincenzo Spadafora che ha immediatamente raccolto l’appello di Zaia, dando garanzie in proposito, anche con l’impegno di approvare a breve la legge olimpica. Alla presenza di Zaia, dei presidenti Attilio Fontana(Lombardia), Arno Kompatscher (Alto Adige) e Maurizio Fugatti (Trentino), dei vertici del Coni con il presidente Giovanni Malagò e del Comitato Paralimico, Luca Pancalli e del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, Spadafora ha ribadito che «il Governo ci sarà e che sarà un investimento che dovrà essere gestito nel migliore dei modi e in massima trasparenza, ma non potrà mancare per una manifestazione così importante per il nostro Paese. Dobbiamo lavorare alla legge delega – ha spiegato Spadafora – in Consiglio dei ministri sarà rispettata la tempista e poi ci sarà l’iter parlamentare per consentire al Comitato organizzatore di avere tutti gli strumenti necessari per gestire nel migliore dei modi un evento così importante, che vedrà il nostro Paese al centro del mondo».

Spadafora si è detto «felice di aver partecipato a questo primo incontro da ministro, la scelta del governo è stata strategica per investire molto in questo settore e non può mancare l’impegno e il sostegno del governo in tutte le forme necessarie per questo grande evento».olimpiadi invernali 2026

Le parole del ministro sono state salutate positivamente dai governatori presenti. «Abbiamo fatto un concreto passo avanti. Sarà una fantastica avventura – ha detto Zaia -. Abbiamo parlato approfonditamente di gestione e della pianificazione che dobbiamo fare. Abbiamo parlato della figura dell’amministratore delegato, che deve avere esperienza internazionale, industriale, una grande esperienza manageriale. Ne usciamo con un grande lavoro fatto, e con una short list di tre nomi che non anticipano per ovvi motivi che ora andremo ad approfondire».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata