Una bara in cabriolet

0
1037

Trasporto eccezionale in autostrada

Un signore distinto alla guida di un’auto, con a fianco una bara, lungo l’autostrada A4: queste le segnalazioni con tanto di video caricato su YouTube. Forse una scommessa persa con qualche amico, la voglia di essere protagonisti a tutti i costi o una trovata pubblicitaria solo il sole cocente. Diverse le ipotesi che hanno formulato gli automobilisti che si sono visti sfrecciare sulla Serenissima una Mercedes SL cabrio scura, con un signore distinto con una bara di legno sistemata sul sedile del passeggero. Una scena che è stata ripresa con un telefonino da alcuni viaggiatori e subito messa in rete, tanto da diventare in breve tempo uno dei filmati più visti.

Protagonista della vicenda è Ivano De Marchi, 65 anni, di Marcon (Venezia), che ha deciso di portare la bara, originale e costata 500 euro, in una sorta di tour con meta mille edifici religiosi, toccandone finora 120. La singolare iniziativa – racconta De Marchi nasce da “una visione” ma a spingerlo a cercare la benedizione della bara anche una sorta di atavica lotta contro il sindaco del suo comune. Una “battaglia” che nasce tanti anni fa quando, racconta, è stata chiusa la pista di motocross del circolo di cui era presidente.I controlli effettuati dalla polizia stradale dietro le numerose segnalazioni pervenute dagli automobilisti preoccupati dell’insolito ed ingombrante carico, hanno sempre accertato che tutto era in regola: documenti, bara, alcol e narcotest. Quando vedete una Mercedes Sl cabrio scura con una bara al posto del passeggero sapete che si tratta di una moderna forma di pellegrinaggio, destinato a durare ancora a lungo, visto che al protagonista deve visitare ancora 880 luoghi religiosi.