L’Italia è il paese degli smartphone: ne circolano ben 20 milioni

0
256

Secondo una ricerca Nielsen, l’Italia è sempre più il paese della telefonia mobile, ma una telefonia sempre più sofisticata, visto che di tutti i telefoni circolanti, ben 20 milioni sono del tipo intelligente, i cosiddetti “smartphone” tipo Apple iPhone, che rimane l’apparecchio più desiderato dal mercato. Nei primi tre mesi del 2011, la crescita degli “smartphone” è stata del 52% rispetto al 2010, diventando per molti uno strumento imprescindibile di relazione, parte del proprio vissuto quotidiano, utilizzato dovunque, in casa, fuori casa e in ufficio, giungendo quasi a soppiantare il tradizionale telefono fisso e pure i collegamenti internet tramite il computer.

 

Lo “smartphone” viene utilizzato spesso anche in parallelo ad altri media: mentre si ascolta musica (47%), mentre si guarda la TV (32%) e, nel 30% dei casi, persino quando si naviga su Internet con un altro dispositivo. Circa la metà degli intervistati (45%) lo utilizza per recuperare velocemente informazioni sul web o impiegare utilmente pause e tempi morti (53%), come ad esempio in attesa del bus o del treno. Le applicazioni per “smartphone” per ora non sembrano essere così indispensabili. La ricerca Ipsos MediaCT rivela che gli italiani dotati di “smarphone” ne possiedono in media 19, di cui però solo 4 sono state acquistate. Ogni mese ne utilizzano 7 con una certa frequenza, ma il trend è in crescita: il 39% degli intervistati è convinto infatti che incrementerà l’utilizzo di app nei prossimi 12 mesi.

Lo “smartphone” trascina con sé il mondo dell’e-commerce in mobilità, il cosiddetto m-commerce. Secondo i dati Ipsos MediaCT, il 23% dei possessori di “smartphone” ha dichiarato di aver già effettuato un acquisto via mobile. Un dato non troppo distante da quello registrato negli Stati Uniti (29%) e in Gran Bretagna e Germania (28%) e superiore alla media francese (17%).

Per quanto riguarda i contenuti è il video a fare la parte del leone: il 77% degli utenti italiani di cellulari avanzati guarda video sul proprio “smartphone”, il 25% addirittura ogni giorno; il 66% fa condivisione di video (il 23% quotidianamente); YouTube si conferma la piattaforma video più utilizzata su mobile, con il 74% degli utenti. La ricerca testimonia l’aumento dell’uso di Internet in mobilità: l’incremento di uso dei motori da mobile a luglio 2011 in Italia è del 224% rispetto allo scorso anno e il 53% degli intervistati effettua quotidianamente ricerche dal proprio “smartphone” e il 29% ogni settimana con attenzione a quelle locali (il 78% effettua almeno una volta al mese ricerche di questo tipo) con ricadute interessanti dal punto di vista commerciale visto che il 35% ha poi effettuato una chiamata ad un azienda o ha attivato un servizio. Un motivo, secondo i ricercatori, per investire decisamente sulla pubblicità per il mobile, visto che il 72% dei possessori di uno “smartphone” dichiara di avere attenzione agli annunci pubblicitari che arrivano dal dispositivo tascabile.