Serata Alzheimer a Udine organizzata dall’Associazione pensionati di Confartigianato Udine

0
167

Palamostre gremito per la seconda edizione della serata contro l’Alzheimer organizzata dall’associazione per l’Alzheimer, dall’Associazione Nazionale Artigiani pensionati (Anap) di Confartigianato Udine con il sostegno della Maico e il patrocinio del Comune e della Provincia di Udine. Una serata evento presentata dal cantautore Dario Zampa cominciata con i saluti dei sindaco di Udine, Furio Honsell, che non ha voluto mancare all’appuntamento per ringraziare i membri dell’associazione per l’Alzheimer per quello che fanno a difesa di tante persone fragili e bisognose di aiuto.

La serata, dal titolo “Contro l’Alzheimer… saperne di più”, è scivolata via veloce fra testimonianze, come quella del pugile Nino Benvenuti e i canti dello stesso Zampa e del coro dell’Ana di Codroipo. Dopo i saluti della presidente dell’Associazione per l’Alzheimer, Mariangela Benedetti Esente, che ha ringraziato Anap, Maico, il comune e la provincia di Udine per il patrocinio, e quelli del presidente dell’Anap, Pietro Botti, che ha evidenziato l’impegno dell’Anap non solo per i pensionati artigiani ma per tutte le persone bisognose.

Nino BenvenutiIl vice presidente dell’associazione Guido De Michielis è entrato nel vivo della serata, prima intervistando il giocatore di calcio dell’Udinese Davide Marsura, classe 1994, di Valdobbiadene il più giovane giocatore della prima squadra e nella rosa della nazionale italiana under 17 e, successivamente, l’ex puglie Nino Benvenuti sul suo rapporto con il pugile statunitense Emile Alphonse Griffith, oggi malato di Alzheimer e che Benvenuti aiuta. Il loro incontro avvenne nel lontano 1967, al Madison Square Garden di New York, con la storica vittoria del triestino.

L’aspetto medito e le sue implicazioni sono state affrontate da Ferdinando Schiavo, medico neurologo, ha spiegato le differenze fra uomo e donna sia nel processo di invecchiamento sia nella diagnosi delle malattie, mentre il Roberto Colle, medico internista, ha spiegato come riconoscere l’Alzheimer, una malattia della grande famiglia delle demenze senili, ancora incurabile e che colpisce in Friuli Venezia Giulia almeno 17.000 persone, delle quali 12.000 già accertate.

Infine Dario Zampa ha intervistato, alla presenza di un immancabile bicchiere di vino rosso, l’amico di 30 anni di battaglie, Mauro Corona. Fra i presenti, lo scultore Giorgio Celiberti. L’obiettivo della serata, quello dell’informazione e della raccolta fondi per sostenere la ricerca sull’Alzheimer, è stato pienamente centrato anche grazie alla vendita dei volumi sull’Alzheimer editi dall’associazione di Udine e dell’ultima fatica di Mauro Corona “La fine del mondo storto” con il quale lo scrittore friulano ha vinto quest’anno il premio Bancarella