A Bolzano la “Giornata dell’innovazione 2011” organizzata dalla Camera di Commercio

0
500

“Tendenze e opportunità per l’economia altoatesina”: con questo slogan si è svolta la Giornata dell’Innovazione della Camera di commercio di Bolzano. Più di 250 partecipanti hanno approfittato dell’evento e hanno raccolto preziosi suggerimenti per l’innovazione nella propria azienda. Tema centrale dell’incontro sono stati i trend e il potenziale innovativo nei settori dell’artigianato, del turismo e dell’agricoltura.

Ogni impresa, nel lungo periodo, ha bisogno di innovare, desidera essere presente sul mercato e resistere alla concorrenza. A livello aziendale la volontà e la capacità di realizzare innovazioni sono decisive per poter sfruttare questo importante fattore di successo. Per questo motivo la Camera di commercio di Bolzano si è posta l’obiettivo di promuovere la cultura dell’innovazione in Alto Adige.

“L’innovazione non è più una questione riferita alla dimensione o al settore aziendale, bensì una questione di cultura aziendale. Perché un’impresa con potenziale innovativo diventi un’impresa innovativa a tutti gli effetti devono esserci le giuste premesse”, ha detto con convinzione il presidente della Camera di commercio, Michl Ebner. Dello stesso parere anche l’assessore provinciale Roberto Bizzo: “l’innovazione è la forza trainante per il successo nel lungo periodo di un’azienda e per uno sviluppo positivo dell’economia. La politica, l’economia e la società devono porsi l’obiettivo comune di realizzare condizioni quadro adeguate per l’innovazione.”

La Giornata dell’Innovazione 2011 era dedicata alle “Tendenze e opportunità per l’economia altoatesina”. Cinque relatori hanno evidenziato da diversi punti di vista i trend e le opportunità dell’economia altoatesina. Il primo intervento è stato quello di Ellen Enkel dell’Università Zeppelin di Friedrichshafen (D). Enkel ha parlato del management dell’innovazione nelle piccole e medie imprese, facendo riferimento in particolare alla possibilità di sfruttare vantaggi strutturali specifici per la realizzazione dell’innovazione in azienda, quali ad esempio percorsi decisionali brevi e la forte capacità di adattamento. Successivamente, sono stati approfonditi temi specifici per i diversi settori: Thomas Huber, ricercatore del Zukunftsinstitut di Kelkheim (D) ha focalizzato l’attenzione sul futuro del settore tradizionale dell’artigianato. Birgit Pikkemaat dell’Istituto per il turismo innovativo di Innsbruck e Mike Peters del MCI (Management Center Innsbruck) hanno fatto il punto sullo stato attuale e sugli interventi necessari nel settore turistico. Infine, Massimo Tagliavini, preside della facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano, ha parlato dell’innovazione in agricoltura e in particolare delle sfide della moderna frutticoltura.