La provincia di Bolzano stanzia 100milioni di euro per gli obiettivi di perequazione e solidarietà nazionale

0
281
Luis Durnwalder
Luis Durnwalder

Luis Durnwalder40 milioni di euro per i comuni delle regioni Veneto e Lombardia confinanti con l’Alto Adige

La giunta provinciale di Bolzano ha deliberato la proposta di impegno dei 100 milioni di euro per il 2011 con i quali la provincia di Bolzano concorre, nel quadro dell’Accordo di Milano, al conseguimento degli obiettivi di perequazione e solidarietà. Il contributo finanziario della Provincia è ripartito tra interventi per comuni confinanti, costi del Conservatorio, oneri della Rai tedesca e ladina, Parco nazionale dello Stelvio, altri servizi statali.

L’Accordo di Milano, recepito nella Finanziaria statale del 2010, prevede il concorso della Provincia con 100 milioni di euro all’anno dal 2010 al raggiungimento degli obiettivi di risanamento del deficit nazionale. La giunta ha approvato la proposta di impegno del contributo per l’anno in corso, che si concretizza attraverso l’assunzione di deleghe o funzioni statali, di oneri connessi a servizi dello Stato e con il finanziamento di iniziative nei comuni confinanti con l’Alto Adige. “Abbiamo delineato una proposta di ripartizione per il 2011 che impegna i mezzi finanziari e che ora approfondiremo con il Governo”, ha detto il presidente Durnwalder. La proposta suddivide i 100 milioni di euro secondo diverse voci di spesa: 40 sono milioni a favore di progetti presentati da comuni confinanti con la provincia di Bolzano, di cui 2,3 milioni riservati al Parco nazionale dello Stelvio per l’eventuale assunzione della quota di costi spettanti in origine alla Lombardia; il presidente Durnwalder ha ribadito la richiesta della giunta di avere una gestione separata dei finanziamenti per i Comuni di confine assicurati dalla provincia di Bolzano, in modo da essere erogata ai 9 Comuni effettivamente confinanti con l’Alto Adige. Per Durnwalder “con un fondo unico con Trento si arriverebbe invece a finanziare anche parte della quarantina di Comuni confinanti con il Trentino”.

Le altre voci di ripartizione della somma prevedono circa 5 milioni per gli stipendi del personale docente e i costi di funzionamento del conservatorio ‘Monteverdi’ di Bolzano; circa 20 milioni per gli oneri di servizio delle trasmissioni in lingua tedesca e ladina della sede RAI di Bolzano; 2,2 milioni per l’assunzione del contributo statale ai costi di funzionamento della Libera università di Bolzano; 2,3 milioni come concorso al finanziamento dei costi di gestione del Parco dello Stelvio. I restanti 30 milioni circa vengono destinati al finanziamento di altri servizi di competenza statale in Alto Adige, inclusi il nuovo carcere (“concluse le stime dei terreni, nel 2012 contiamo di avere il via per le gare di appalto”, ha detto Durnwalder) e all’assunzione dei servizi di spedizione e recapito della posta sul territorio provinciale.