San Sebastiano, patrono delle polizie locali, celebrato in tutto il NordEst

0
372
FVG festa polizia locale trieste federica seganti sindaco ts cosolini presidenti provincia 1

FVG festa polizia locale trieste federica seganti sindaco ts cosolini presidenti provincia 1Notevole l’impegno delle forze dell’ordine nel controllo del territorio e nel settore amministrativo

Quasi 20.000 incidenti stradali rilevati, con un bilancio di 117 morti e 11.914 feriti, 5.420 patenti di guida ritirate; ma anche 3.698 abusi edilizi accertati o 1.182 interventi per trattamenti sanitari obbligatori: è quanto mai articolata e ricca di risultati l’attività per il 2011 delle polizie locali di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, di cui è stata resa nota una sintesi in occasione della festa di San Sebastiano, patrono della polizia municipale.
FVG festa polizia locale trieste federica seganti 1Nel triveneto sono complessivamente quasi 4.000 i componenti dei corpi o servizi di polizia locale e la loro attività spazia dal settore di polizia amministrativa – urbanistica, edilizia, ambiente, commercio, sanità e controlli anagrafici – a quella di sicurezza, stradale e giudiziaria. Solo per ricordare alcuni dati, sono stati controllati più di 19.000 stranieri, con 577 denunce per violazione delle norme sull’immigrazione. Sul fronte dei controlli nel settore del commercio, le violazioni accertate sono stati oltre 4.000.
A Trieste, la manifestazione si è svolta in piazza Unità d’Italia, in concomitanza con il 150° anniversario della fondazione del corpo di polizia municipale del capoluogo giuliano avvenuta nel 1862. In piazza Unità, dopo un minuto di silenzio in memoria all’agente della Polizia municipale di Milano Nicolò Savarino, barbaramente ucciso durante un controllo, i discorsi ufficiali delle autorità presenti, dal sindaco di Trieste , Roberto Cosolini, all’assessore regionale alla sicurezza, Federica Seganti, che ha sottolineato l’impegno delle istituzione “per il continuo aggiornamento delle forze e della collaborazione intercompartimentale tra i diversi corpi di sicurezza dello Stato, grazie anche ai 25 milioni di euro disponibili”.
In Trentino, la cerimonia provinciale si è svolta a Riva del Garda, alla presenza di numerosi sindaci e di amministratori locali, che hanno puntato sulla necessità di maggiore professionalizzazione e del continuo aggiornamento, oltre che della creazione di copri intercomunali per assicurare adeguati servizi alla popolazione.